Il Pd in Provincia di Chieti denuncia: “Vasto e i vastesi dimenticati”

“Che i cittadini di Vasto e del vastese siano considerati dal Presidente della Provincia di Chieti  Di Giuseppantonio cittadini di serie B non è una novità. Nessuna rappresentanza in giunta, nessun atto concreto per la viabilità, per il turismo, per le associazioni, insomma un bel niente se non propaganda e qualche clientela per compiacere notabili di centro destra della zona. Ora a tutto questo si aggiunge un altro sgarro, che vogliamo segnalare ai cittadini di Vasto. Nel mentre il Presidente Di Giuseppantonio affitta, anche con procedure discutibili, locali a Chieti per avere la sede storica di corso Marrucino come esclusivo spazio di rappresentanza per lui e gli assessori, e paga 11 euro al metro quadro, pubblica un bando sul sito della Provincia nel quale offre la cifra di 6 euro al metro quadro per affittare un locale a Vasto da destinare ad uffici decentrati dell’amministrazione provinciale come già fatto per Lanciano e da noi previsto per Vasto” Lo dichiara il capogruppo del Pd in Provincia, Camillo D’Amico – . Ora la ragione che lo ha spinto a proporre questa cifra, un terzo del prezzo di mercato, può avere una duplice motivazione : o è in malafede e prende in giro i vastesi fingendo di voler fare davvero qualcosa per loro con la pubblicazione del bando oppure non conosce i prezzi e questo sarebbe grave ugualmente.- Il capogruppo D’Amico si mostra davvero interdetto dinanzi all’ennesima iniziativa inverosimile del presidente della Provincia Di Giuseppantonio- Vasto è la città turistica di punta dell’intera Provincia e merita una sede dignitosa, funzionale sita in un punto della città che abbia determinate caratteristiche per essere utile ai vastesi e ai cittadini del circondario. Per una  sede di 100 metri quadri, almeno, davvero pensa di offrire seicento euro quando a Chieti ne spende quasi il doppio? Tanto vale la considerazione dei vastesi?- E tutto questo mentre sbagliano pure a disdire un contratto d’affitto già in essere, sempre a Chieti, facendo un danno ai cittadini di settantamila euro circa- dichiara  Coletti che si associa allo sconcerto del capogruppo.-Lo slogan coniato dal Presidente della Provincia per Bell’Estate ci sembra proprio adatto a descrivere le sue gesta-conclude D’Amico- Provincia di Chieti, dove tutto è ancora possibile, anche un Presidente cosi: povera Provincia!