Fossacesia, entrati in funzione i parcometri alla marina

di Vito Sbrocchi

Questa mattina a Fossacesia marina sono entrati in funzione i parcometri, voluti dall’Amministrazione comunale, istallati sull’area di risulta di proprietà del Demanio pubblico dello Stato e concessa dalle Ferrovie al Comune in comodato d’uso gratuito. Come previsto gli effetti di questa scelta, da molti ritenuta iniqua, non si sono fatti attendere. Il grande parcheggio, che solitamente nelle giornate di sabato e domenica è stracolmo di auto, ieri era praticamente semivuoto nonostante la splendida giornata di Sole. Tante le proteste dei bagnanti che hanno chiesto spiegazioni alle due ausiliarie del traffico incaricate dalla Soget (la società che gestisce il servizio di riscossione) di controllare la situazione. La maggior parte degli automobilisti ha pagato il posteggio, mentre qualcuno per protesta non ha ritenuto opportuno ritirare il ticket, anche se, essendo il primo giorno di pagamento, non sono scattate le sanzioni. Il caso del parcheggio a pagamento sull’area di proprietà demaniale è stato segnalato al Codacons che nei prossimi giorni invierà una lettera al Prefetto, alle Ferrovie dello Stato (che ha concesso l’area in comodato d’uso gratuito) e al Comune di Fossacesia per chiedere l’annullamento dell’ordinanza sindacale. Pare infatti che la legge vieti l’istituzione, da parte delle Amministrazioni comunali, di parcheggi a pagamento su aree demaniali che sono soggette alle leggi dello Stato e non dei Comuni, per cui le stesse possono essere destinate solo a parcheggio libero come prevede il Codice della Strada.