Sulla revisione del Prg, l’IdV di San Salvo chiede scelte condivise con i cittadini

Associazioni di categoria e cittadini hanno il diritto–dovere di partecipare alle scelte strategiche per il futuro della città, a maggior ragione se si parla di revisione del Piano Regolatore Generale: la sezione di San Salvo dell’Italia dei Valori pone la questione al Sindaco Gabriele Marchese, in questi giorni impegnato a programmare le priorità da affrontare in questa calda estate 2010.Come è noto, l’Amministrazione comunale di San Salvo ha allo studio un intervento di revisione e aggiornamento delle previsioni contenute nel vigente PRG, necessario ad adeguare lo strumento urbanistico alle nuove esigenze di sviluppo del territorio.

“È opportuno e doveroso procedere preliminarmente ad un esame sistematico delle problematiche e delle aspettative – dichiarano il segretario della sezione cittadina dell’IDV Michelino Natale e il Consigliere regionale Paolo Palomba – in modo da condividere con la cittadinanza le proposte che Amministrazione e tecnici avranno elaborato sulla base dell’analisi puntuale del territorio, dal punto di vista storico, socio-demografico ed urbanistico. Non si può infatti prescindere da una partecipazione attiva di tutte le categorie professionali e le articolazioni della società civile al disegno della San Salvo che verrà, adeguando le scelte alle indicazioni dell’opinione pubblica”.
“Vigileremo affinché venga dato senso e significato alla concertazione – prosegue Natale – organizzando incontri con i cosiddetti portatori di interesse e promuovendo la raccolta di suggerimenti dalle diverse parti sociali. Vogliamo un piano regolatore partecipato, realmente in grado di dettare le linee guida per uno sviluppo sostenibile, armonico e rispettoso delle caratteristiche ambientali ed architettoniche della nostra città. Vogliamo un piano che garantisca la vivibilità dei luoghi, anche attraverso la qualità dei servizi e delle infrastrutture”.

L’attuale strumento urbanistico è relativamente recente; tuttavia, negli ultimi anni San Salvo ha vissuto un rapido sviluppo che ha esaurito progressivamente le capacità previsionali del piano vigente. L’esigenza di adeguare il PRG alle evoluzioni normative, ma soprattutto la necessità di regolare la crescita della città, pianificando uno sviluppo armonico e attento all’ambiente e alla qualità del paesaggio urbano, ha spinto l’Amministrazione sansalvese ad avviare le procedure di redazione di un nuovo piano, che approderà prossimamente in Consiglio comunale.