Tragica rapina in casa a Guastameroli: uccisa una donna e ferito gravamente il marito

Un tentativo di rapina finito nel sangue, con una donna assassinata. E’ accaduto la notte scorsa a Guastameroli, a pochi chilometri da Lanciano. Vittima Emilia Tortella, 74 anni,  uccisa nel suo letto durante un tentativo di furto nella sua abitazione. Ferito gravamente anche il marito della donna, Gino Del Bello, di 80, ricoverato nell’ospedale Renzetti di Lanciano. Secondo le prime indiscrezioni, i due sarebbero stati sorpresi nel sonno da alcuni malviventi, penetrati nel loro appartamento senza forzare porta e finestre. Forse qualche rumore li ha svegliati e i ladri hanno agito su di loro con violenza. La donna è stata ferita all’addome probabilmente con un coletto, il marito, invece, è stato colpito al capo, forse trascinato via dal letto e dopo essere stato colpito, lasciato sul pavemento, privo di sensi. A fare la scoperta il figlio della coppia che, come ogni giorno, si reca a far visita ai genitori. Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri del comando provinciale di Chieti, coordinati dal sostituto procuratore della repubblica presso il tribunale di Lanciano, Rosaria Vecchi.

“Erano in due con il viso coperto e con accento straniero – ha detto ai carabinieri nell’ospedale di Lanciano Gino Del Bello. Le sue condizioni non sono gravi, ma i colpi ricevuti al capo lo hanno costretto al ricovero. Una testimonianza preziosa la sua, ma anche l’unica. I due sono penetrati nell’abitazione della coppia attraversando via Vicolo Chiuso in piena notte, davanti ad altre abitazioni, in una stradina di paese che non consente il transito alle auto. Ma nessuno ha visto e sentito nulla. Guastameroli è una località prevalentemente agricola, molti a quell’ora riposavano per prepararsi ai lavori nei campi. Ma quel che fa pensare e il perché i malviventi si siano coperti il volto. Senza dubbio per non essere riconosciuti, e questo lascia ritenere che probabilmente si tratta di lavoratori occasionali impegnati in qualche azienda agricola della zona e conosciuti. E non si spiega neanche l’accanimento contro la povera Emilia Tortella, accoltellata più volte nel letto, che dopo l’intervento subito qualche mese fa al cervello, era diventato il luogo dove trascorreva la sua vita. Sarà l’autopsia, affidata all’anatomopatologo Ivan Melasecca, a dare il numero preciso dei colpi inferti alla donna. Si svolgerà domani mattina alle 9, nell’obitorio del Renzetti. Le indiscrezioni parlano di un coltello da cucina, impugnato da uno dei malviventi. Emilia si è difesa, ma il suo aggressore l’ha sopraffatta. Ma cosa cercavano in quella casa gli assassini? La coppia di anziani aveva subito un furto poco tempo fa, che aveva fruttato un bottino di 400 euro. Stavolta, non hanno trovato nulla, hanno chiesto dove fossero nascosti i soldi dopo averli cercati invano, poi sono andati su tutte le furie e hanno colpito Gino e la moglie. I carabinieri stanno ascoltando il figlio della coppia, il primo a entrare in casa dopo l’aggressione stamattina.