Casalbordino, la giunta va giù sul bilancio e il sindaco si dimette

Il sindaco di Casalbordino, Remo Bello, si è dimesso. Nel comune del Chietino, dopo il commissariamento, si tornerà cosi’ a votare nella primavera del 2011. Il consiglio comunale ha bocciato il bilancio di previsione con un voto di scarto e così Bello, del Pd, che già a fine giugno ci aveva provato senza successo, ha gettato la spugna. Decisivi i voti contrari di quattro ex componenti la maggioranza e dell’ex sindaco di centrodestra, Maria Celano che, sia pur infortunata ad una gamba, ha partecipato ai lavori. “Me ne vado – ha detto il sindaco – ma la lista è già pronta. Si chiamerà “Piazza pulita”, per spazzare via quelli che non vogliono il bene della comunita’. Lascio un bilancio risanato e opere fatte per un milione di euro”.