Sindaci e cittadini alla manifestazione antipetrolio a Fossacesia Marina

di Vito Sbrocchi

Sindaci, associazioni e cittadini non hanno alcuna intenzione di abbandonare la lotta contro l’installazione di piattaforme petrolifere nel mare abruzzese. Oggi pomeriggio, dopo San Vito Marina e Lanciano, è stata la volta di Fossacesia dove sul lungomare si è svolta la terza manifestazione pacifica antipetrolio, promossa da Anci Abruzzo, Provincia di Chieti, associazione Nuovo Senso Civico e dai Comuni di Lanciano, Fossacesia e Pineto. Un’adunata gioiosa che ha coinvolto circa duemila persone, armate di bandiere colorate, per ribadire l’inconciliabilità delle installazioni petrolifere con la vocazione turistica, agricola e ittica della Costa dei Trabocchi. «Porto avanti con convinzione questa battaglia – ha detto il presidente della Provincia, Enrico Di Giuseppantonio. – Sono sicuro che il nostro coraggio e la nostra coerenza ci porteranno alla vittoria, che sarà una vittoria di tutto il territorio e di tutti i cittadini». “No al petrolio dalla spiaggia e dal mare” è stato lo slogan della manifestazione, cui hanno aderito sessanta Comuni abruzzesi. «È chiaro a tutti – ha detto nel suo intervento il sindaco di Fossacesia, Fausto Stante (foto a destra) – che se vogliamo scongiurare per la nostra Regione la prospettiva di una deriva petrolifera, occorre insistere e non perdersi d’animo. Perciò noi amministratori lotteremo insieme alle associazioni e ai movimenti che da anni si battono per informare l’opinione pubblica sui gravi rischi legati all’estrazione degli idrocarburi».