Giuseppe Rosato Frentano d’Oro 2010

Lo scrittore e poeta Giuseppe Rosato è il Frentano d’Oro 2010. Nato a Lanciano il 14 maggio del 1932, è tornato a risiedervi dal ’93, dopo una lunga parentesi pescarese. Ricca la sua produzione bibliografica. Ha insegnato lettere nelle scuole secondarie, passando anche per una breve esperienza universitaria. Ha curato movimenti editoriali: il primo, Quadrivio, a Lanciano a partire dal ’57; il secondo, Emblema, negli anni Sessanta a Pescara. Ha diretto la rivista Dimensioni (con O. Giannangeli e G. Sgattoni), dal ’58 al ’74, e la rassegna di arti visive Questarte, dal ’77 all’86. Ha collaborato, o ancora collabora, con le riviste Tempo Presente di Chiaromonte e Silone, Il Ponte, Letterature Moderne, Il Caffè di G.B. Vicari, La Fiera letteraria, Realtà del Mezzogiorno, Leggere, Oggi e Domani, Nuovo Mezzogiorno, le pagine culturali del Mattino di Napoli e della Gazzetta del Mezzogiorno di Bari, le regionali del Messaggero, del Tempo, del Resto del Carlino. A partire dagli ultimi anni Quaranta e fino ai Sessanta aveva scritto e disegnato per Il Travaso, quindi per altre testate umoristiche e satiriche, tra le quali I quaderni del sale. È stato collaboratore del Terzo Programma radiofonico, in particolare delle rubriche Cronache del Mezzogiorno, Teatro Stasera, L’Approdo; e per la Rai ha lavorato dal ’61 al ’95, sia nei servizi giornalistici che nei programmi, occupandosi in prevalenza di eventi letterari e di cronache d’arte visiva. Per questo settore ha inoltre curato rassegne (tra le altre il Premio Michetti, il Premio Vasto, Arte sul Tavo), dedicando pagine di lettura critica a numerosi artisti (prevalentemente abruzzesi), e realizzando con loro cartelle di grafica e poesia. È stato segretario generale del Premio Flaiano di Pescara, dall’anno della sua fondazione fino al 1991. Ha ottenuto premi letterari, soprattutto per la poesia, a incominciare dal “Carducci” del 1960.