Unione dei Comuni della Marrucina, passa il bilancio di previsione 2010

Il Consiglio dell’Unione dei Comuni della Marrucina ha approvato a maggioranza il bilancio di previsione 2010 che prevede un’importante riduzione delle spese, ma cerca al tempo stesso di lasciare invariata la qualità dei servizi. Il documento contiene scelte prudenti e realistiche, a causa dell’annunciato taglio di finanziamenti da Stato e Regione, di cui tra l’altro non è stata ancora resa nota l’entità per l’anno in corso.

«Questa situazione – ha spiegato il presidente della Marrucina, Alessandro D’Alessandro, sindaco di Orsogna – sta creando difficoltà enormi a tutte le Unioni di Comuni abruzzesi. Paradossalmente la nostra è toccata in maniera più pesante perché abbiamo attivato un maggior numero di servizi. Ci auguriamo che chi governa gli enti sovraordinati percepisca chiaramente la gravità della situazione, che pesa ormai in maniera insostenibile sui bilanci dei nostri Comuni». Per il futuro D’Alessandro ha indicato la necessità di gestire altri servizi in maniera associata tra più Comuni, ma condividendo i dipendenti e non più facendo ricorso a professionalità esterne, che gravano ulteriormente sul bilancio.

«Abbiamo ereditato scelte precedenti – ha precisato il sindaco di Canosa Sannita, Lorenzo Di Sario -, che non ci appartengono, ma con le quali dobbiamo fare i conti gestendo l’Unione in maniera responsabile».

Sulla discussione in Consiglio, a tratti animata, ha pesato anche la posizione del sindaco di Poggiofiorito, Corino Di Girolamo (foto a destra), il quale ha annunciato voto contrario al bilancio per sottolineare la difficoltà del proprio Comune nel coprire la quota da versare all’Unione, proprio a causa della riduzione di trasferimenti statali e regionali. Di Girolamo ha comunque garantito che la quota di Poggiofiorito non graverà sui cittadini degli altri Comuni.

L’assemblea ha, inoltre, confermato Alessandro D’Alessandro presidente della Giunta e Sandro Di Tullio, sindaco di Filetto, presidente del Consiglio. Si è preso atto anche della nomina di due nuovi consiglieri, indicati dai rispettivi Comuni in sostituzione di altri dimissionari: si tratta di Nando Luciano Di Cicco (Arielli) e Maria Domenica D’Angelo (Orsogna). Alfonso Dragani è stato confermato responsabile dell’organo di revisione economico finanziaria.

Il Consiglio ha inoltre approvato il regolamento per la disciplina dell’armamento del corpo di Polizia locale, che in futuro potrà essere dotato di armi e mezzi di autotutela e sarà così in grado di svolgere il servizio anche nelle ore notturne. Dell’Unione della Marrucina fanno parte i Comuni di Arielli, Canosa Sannita, Filetto, Orsogna e Poggiofiorito.