‘L’Aquila un anno dopo’ al Festival del Cinema di Venezia

 Verrà presentato, il 10 settembre, nell’ambito della 67esima Mostra del Cinema di Venezia il filmato “L’Aquila. Un anno dopo” realizzato dagli allievi del III anno di corso dell’Accademia dell’Immagine, nell’ambito del workshop didattico svolto quest’anno con la supervisione degli insegnanti Gianfranco Rosi e Stephen Natanson e in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia. Il documentario della durata di circa 25 minuti e’ stato inserito, fuori concorso, nella sezione ufficiale del Festival “Orizzonti”, dedicata alle nuove tendenze del cinema mondiale. L’idea alla base del lavoro degli studenti e’ quella di raccontare – a partire dalla fiaccolata che il 6 aprile 2010 ha ricordato le vittime, la paura e lo smarrimento della notte dell’anno precedente – il cambiamento subito dalla citta’ dell’Aquila, ancora una volta ad opera di un evento sismico: uno stravolgimento umano, urbanistico e sociale. Attraverso attente inquadrature di quello che e’ L’Aquila oggi, con i suoi luoghi disabitati e le nuove aree di socialita’ (le c.a.s.e., i centri commerciali, le fermate degli autobus), si propone allo spettatore un viaggio, tra centro e periferia, raccontato anche dalle parole di alcuni cittadini aquilani che, a vario titolo, sono stati testimoni e protagonisti di questo momento difficile ancora da interpretare e razionalizzare. Il filmato, accompagnato dalla musica composta dagli allievi del Conservatorio “A. Casella” e con il supporto tecnico di Agora’ srl e dela Onlus The Co2, si propone quindi di essere un primo capitolo di un film collettivo da portare avanti negli anni e affidato, di volta in volta, agli allievi dell’Accademia dell’Immagine. L’obiettivo e’ quello di conservare la memoria delle esperienze trascorse e dei momenti che la Citta’ dell’Aquila dovra’ affrontare per tornare ad una nuova “normalita’”.