Mutui, dalla Regione Abruzzo sostegni alle famiglie

Finalmente la Uil Abruzzo e l’Adoc hanno visto realizzarsi concretamente il progetto della Regione Abruzzo a sostegno delle famiglie in difficoltà nel pagamento del proprio mutuo, stipulato per l’acquisto, la ristrutturazione o la costruzione della prima casa. Il progetto, presentato dall’assessore Castiglione nel mese di marzo, si è concretizzato ufficialmente il 30 giugno di quest’anno, grazie anche all’intervento dellla Uil, che nei mesi scorsi segnalò come il progetto fosse purtroppo rimasto sulla carta.

Le domande potranno essere inoltrate a partire dal 30 luglio 2010 e i requisiti richiesti restano quelli già anticipati nella conferenza di marzo: perdita del proprio posto di lavoro (tra il 1 gennaio 2009 e la pubblicazione del bando e persistente ad oggi); morte o insorgenza di condizioni di non autosufficienza; ISEE non superiore a € 15.000; lavoratore di impresa operante nel settore dei servizi e socio-assistenziali con un credito dovuto alla mancata corresponsione del trattamento retributivo per almeno tre mensilità consecutive. È sufficiente appartenere ad una di queste categorie e non essere in possesso di altri fabbricati sul territorio nazionale per poter presentare la domanda. L’accordo tra la Regione e l’ABI (Associazione Bancaria Italiana) prevede da parte delle Banche aderenti la concessione di una moratoria, della durata di dodici mesi, durante la quale viene sospeso il pagamento della quota capitale del mutuo; la Regione si impegna invece al pagamento della quota interessi, per una durata massima di ventidue mesi.

La Uil Abruzzo e l’Adoc Pescara invitano dunque tutti i cittadini a presentarsi presso uno dei nostri uffici sparsi sul territorio abruzzese per ricevere tutte le informazioni a riguardo e l’elenco completo dei documenti da allegare alla domanda.