Il sindaco di Frisa: “Cervellotica la rotonda sulla Marrucina. Va modificata”

Modificare assolutamente la rotonda sulla Marrucina. E’ quanto chiede il sindaco di Frisa, Rocco Di Battista, che spiega la sua richiesta. “La nostra  amministrazione, che già ha da tempo posto il problema della viabilità all’attenzione delle nostre istituzioni, Provincia in primis, portando avanti iniziative e progetti per migliorare la circolazione stradale di tutto il comprensorio e favorire la possibilità di accesso al territorio del nostro comune, ritiene che si stia ormai toccando il fondo. I nostri cittadini- dice il primo cittadino – ed in modo particolare gli operatori economici sono esasperati perché tutte le strade provinciali che interessano Frisa sono state abbandonate, senza alcuna manutenzione, ridotti praticamente ad una giungla con le sterpaglie che invadono la carreggiata e rendono pericolosissima la circolazione di strade che sono interessate da un notevole traffico commerciale pesante. Ma la ciliegina sulla torta è stata la realizzazione della cervellotica rotonda all’incrocio tra la Marrucina, la strada che va verso l’ingresso dell’autostrada e la strada che viene verso Frisa. Normalmente, in un quadrivio, la rotonda viene posta al centro delle quattro strade – dice di Battista, nella foto a destra -, in questo caso, invece, prima hanno realizzato in maniera sconsiderata la rotonda, poi hanno cercato inutilmente di farci girar intorno le strade. Ma non ci sono riusciti. Così dopo innumerevoli ed inutili tentativi, la rotonda è spostata verso Orsogna, interessa la Marrucina e la strada che và verso l’autostrada, mentre la strada opposta, che va verso San Leonardo e Frisa, ne è rimasta tagliata fuori, Inoltre, ha lo stop per immettersi sulla Marrucina, oltre ad una pericolosissima curva a gomito, in piena rotonda per chi deve svoltare verso Frisa. Tutto questo, oltre a creare disagio ed ad essere funzionalmente incomprensibile, crea una situazione di gravissimo pericolo, dato che i numerosi autotreni che vanno e vengono sono costretti a manovre azzardate, che mettono inevitabilmente a rischio la sicurezza di chi vi circola. Chiediamo perciò ai dirigenti della Provincia, prima che succeda l’irreparabile di cui sarebbero inevitabilmente responsabili, di bloccare quest’ opera scellerata, degna per la sua insensatezza di finire su Striscia la notizia, e di ripensarla completamente ponendo com’è naturale che sia la rotonda al centro dell’incrocio”.