Nuove assunzioni al Parco Nazionale della Majella

Presso la sede del Consiglio Regionale d’Abruzzo a Pescara si è tenuta la conferenza stampa del Parco Nazionale della Majella durante la quale è stato illustrato il percorso di stabilizzazione del personale precario intrapreso dall’Ente Parco e che in questi giorni vede la sua conclusione. Alla conferenza hanno presieduto Gianfranco Giuliante (nella foto) e Nicola Cimini, rispettivamente Commissario Straordinario e Direttore del Parco Nazionale della Majella, ed ha visto la partecipazione di una fitta rappresentanza degli addetti di prossima assunzione. L’operazione di stabilizzazione, è stata intrapresa grazie alle risorse messe in campo dalla Legge Finanziaria 2007,” ha dichiarato il Commissario Gianfranco Giuliante “ e si concluderà con la prossima assunzione delle ultime 17 unità lavorative che saranno impiegate dal Parco nei settori di intervento strategici per le finalità dell’Ente. A questa buona notizia fa però da contraltare un taglio importante da parte dello Stato delle risorse finanziarie assegnate alle aree protette e che sono fondamentali per lo svolgimento delle attività istituzionali delle stesse. Si tratta certamente di una scelta dovuta alla necessità di riduzione della spesa pubblica,” ha proseguito ancora Giuliante “ma che nel caso del Parco della Majella dovrà essere controbilanciata per non arrivare al paradosso per il quale mentre viene ampliato l’organico con finanziamenti statali si è costretti a ridurre le attività che il personale appena assunto dovrà andare a svolgere. Il Sistema dei Parchi ha ricevuto in questi giorni la disponibilità del Ministero dell’Ambiente ad affrontare e risolvere questo problema e siamo certi che questo obbiettivo sarà colto così da non frenare uno dei pochi comparti che funzionano e sono ancora in grado di creare occupazione”. “In un momento come quello attuale in cui una vasta crisi economica attanaglia la Regione Abruzzo in tutti i suoi comparti produttivi, già duramente colpiti dagli effetti del terremoto dello scorso anno,” ha infine aggiunto il Direttore Nicola Cimini “il Parco Nazionale della Majella ha lavorato negli ultimi 15 mesi per completare le procedure di stabilizzazione creando complessivamente 36 nuovi posti di lavoro”.