Dopo partita Pescara-Roma, denunciati 8 tifosi. Al Biondi Benevento senza supporters

La Digos della Questura di Pescara ha concluso il lavoro di identificazione dei tifosi pescaresi responsabili degli incidenti avvenuti domenica 8 agosto scorso prima della partita di calcio amichevole “Pescara – Roma”. Sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Pescara ed a quella del Tribunale dei Minori de L’Aquila nove tifosi pescaresi e un tifoso interista, che insieme ad altri si erano contrapposti alla tifoseria romanista, opponendo resistenza alle Forze dell’Ordine impegnate nel contenimento delle azioni di violenza. Per gli stessi tafferugli avvenuti nel parcheggio antistante il Circolo Tennis, in Viale Marconi, sono stati denunciati anche dodici ultras della Roma. Il riconoscimento è stato possibile attraverso l’analisi attenta delle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza dello stadio e dalla Polizia Scientifica della Questura. Tra i tifosi pescaresi denunciati (resistenza a pubblico ufficiale aggravata, in concorso, possesso di artifizi pirotecnici e lancio) vi è un minore. Il tifoso interista denunciato è un milanese di origine abruzzese quarantenne, pregiudicato, appartenente a tifoseria storicamente contrapposta alla tifoseria della Roma. Tutte le persone denunciate sono state munite di provvedimento di divieto di accesso agli impianti sportivi emesso dal Questore di Pescara (Daspo).

Domenica prossima, al Biondi di Lanciano, non ci saranno tifosi ospiti. Il Benevento non ha fatto nessuna richiesta di tagliandi per la partita in programma nell’impianto frentano, anche perché i suoi tifosi sono sprovvisti di tessera. La formazione di Camplone prosegue la preparazione in vista del secondo match stagionale, il primo in casa. L’ambiente è in attesa di vedere all’opera squadra e moduli, che promettono soddisfazioni. Tra l’altro ci sarà l’esordio nel trittico d’attacco di Francesco Di Gennaro, smanioso anche lui di ‘colpire’ subito il cuore dei tifosi rossoneri. L’arrivo di Di Gennaro ha complicato la questione Daniele Morante. La Virtus Lanciano ha intenzione di liberarsi del pesante ingaggio del trentenne attaccante romano (43 presenza in rossonero e 7 gol all’attivo), che ha rifiutato le proposte avanzategli da Casale e Pro Vercelli, mentre Giulianova e L’Aquila, che s’erano fatte avanti, sono scoraggiate dal suo lauto stipendio. Per trovare un’altra sistemazione al giocatore il suo procuratore Gaetano Fedele vorrebbe che il club rossonero pagasse una parte dell’ingaggio.

Il Chieti Calcio ha ufficializzato l’organigramma per la stagione 2010/2011: PRESIDENTE: Walter Bellia; PRESIDENTE ONORARIO: Antonio Pimpini; VICEPRESIDENTI: Alfiero Marcotullio, Massimo Reale, Walter Costa; DIRETTORE GENERALE: Luciano Di Giampaolo; DIRETTORE SPORTIVO: Alessandro Battisti; SEGRETARIO GENERALE: Michele Di Bari; RESPONSABILE SETTORE GIOVANILE: Luca Capuzzi; RESPONSABILE LOGISTICA: Luciano Potere; DIRETTORE MARKETING: Anna Favi; RESPONSABILE MARKETING: Stefano Di Dionisio; UFFICIO STAMPA: Gianluca De Rosa.

STAFF TECNICO: ALLENATORE: Vincenzo Vivarini; PREPARATORE ATLETICO: Antonio Del Fosco; PREPARATORE PORTIERI: Fabrizio Zambardi; RESPONSABILE SANITARIO: Giacomo Alba; MEDICO SOCIALE: Antonio Di Sipio; MASSAGGIATORE: Francesco Raspa; FISIOTERAPISTA: Marco Giansante; MAGAZZINIERI: Gino Mancinelli, Danilo Reale.

Per tornare a Lanciano, va avanti il progetto “Calcio Giovanile Lanciano”, che vede la partecipazione della S.S. Virtus Lanciano e dell’ A.S.D. Spal Lanciano, ha riconfermato ai propri vertici i presidenti Dino Lannutti (nella foto a destra) e Guglielmo Maio, Valerio Memmo e Tonino Lannutti ricoprono ancora il ruolo di vice presidenti. Il direttore ed il responsabile di settore sono Domenico Genovesi (foto al centro, sulla destra) e Franco Di Battista (fono in basso a destra). La prima squadra della Spal Lanciano, che milita in Eccellenza ed è allenata da Nicola Paolucci, valorizzerà in questa stagione i giovani del vivaio svolgendo il ruolo di squadra Primavera secondo i piani delle società coinvolte nel progetto. Da quest’anno il Calcio Giovanile Lanciano gestirà direttamente anche la Berretti della Virtus, affidata di nuovo all’esperienza tecnica di Marcello Di Camillo. Gli allievi nazionali della Virtus Lanciano saranno diretti dal mister Giuseppe Giovannelli, anche lui riconfermato, e la Juniores regionale d’Elite, invece, da Antonio Bucci, già in passato allenatore delle giovanili della stessa società e del Castel Frentano. Anche gli allievi regionali resteranno affidati al mister Enzo D’Ortona, i giovanissimi regionali vedono, invece, il ritorno in società di Eugenio Brettone. Completano l’organico tecnico del settore giovanile Marco Ciannavei, ex giocatore del Lanciano Calcio, a cui sono stati affidati gli allievi sperimentali, Claudio Bomba che allenerà i giovanissimi sperimentali 1997, Donato Di Camillo che seguirà i giovanissimi provinciali e Della Costa che porterà avanti i giovanissimi sperimentali 1998. I portieri saranno preparati da Michele Menna, Lauro Falciglia, Gino Ranieri e Pasquale La Morgia. La scuola calcio Spal Lanciano, qualificata dal 1965, per i ragazzi dai 5 ai 12 anni, inizierà quest’anno, sotto la responsabilità di Andrea Periotto, l’attività a partire dal primo  di settembre sul terreno di gioco dell’Enrico Esposito di Villa delle Rose. Nel mese di ottobre i piccoli amici si sposteranno presso le palestre della Ragioneria e dei Funai. I tecnici della scuola calcio saranno: Giuseppe D’Aloisio, esordienti, Donato Di Camillo, Marco Ciannavei e Della Costa per i pulcini, Mario Scimia e Giuseppe Saltarella si occuperanno dei piccoli amici. Le iscrizioni si possono effettuare presso la sede unificata, per rafforzare ancora di più la collaborazione, delle società Virtus Lanciano e Spal Lanciano, in Via Luigi De Crecchio, numero civico 61, dal lunedì al venerdì, dalle ore 16.30 alle ore 19.00, oppure direttamente presso il campo sportivo di Villa delle Rose. Tutti i ragazzi della scuola calcio vestiranno materiale sportivo con i colori rossoneri della Lotto, anche quest’anno sponsor tecnico di tutte le squadre della società. I costi per l’iscrizione alla scuola calcio, escluso il materiale sportivo, restano di trecento euro annuali.