L’Arpa taglia due corse a Guardiagrele e l’amministrazione comunale protesta

L’ARPA, con un semplice avviso apposto negli autobus datato 30.08.2010, ha comunicato all’utenza la soppressione di 2 corse per le contrade di Guardiagrele e precisamente per San Vincenzo, San Biase e San Domenico a partire dal 1 settembre. Il Sindaco Sandro Salvi, con una nota, ha contestato categoricamente tale decisione per gli evidenti disagi che si creano ai residenti nelle contrade più lontane di Guardiagrele, invitando i vertici dell’ARPA a ripensare su tale decisione, lamentandosi anche della mancata comunicazione all’Amministrazione comunale. In merito, l’assessore alla Viabilità e Trasporti del Comune di Guardiagrele, Donatello Di Prinzio, ha avuto un incontro con i tecnici dell’ARPA al fine di redimerli da tale decisione, ma considerata l’applicazione immediata da parte della società di trasporto di tale provvedimento che va a toccare anche i turni del personale, essa non può essere sospesa. I tecnici dell’ARPA hanno tirato fuori dati che evidenziano l’antieconomicità delle linee soppresse, nello stesso tempo hanno sottolineato che le due linee soppresse sono delle riminescenze della vecchia gestione delle Autolinee Maiella che fino a 30 anni fa gestivano il trasporto locale, tant’è che fornivano il servizio anche ad altre contrade di Guardiagrele, corse soppresse dopo il passaggio della gestione all’ARPA, tranne le due per San Vincenzo e San Biase. Vista l’imminenza di tale decisione e la mancata possibilità di evitarlo, L’Amministrazione Comunale ha prontamente preso contatti con la Società di trasporto urbano Napoleone affinché possa provvedere alla sostituzione delle corse soppresse. La società Napoleone ha verificato già la modifica dei propri orari per garantire il servizio alle utenze, che potranno vedere risolti i disagi già dai prossimi giorni. Nonostante il recupero in extremis per evitare i disagi alla cittadinanza, l’Amministrazione Comunale ha preannunciato una comunicazione di contestazione alla Regione, dove chiederà l’aumento dei chilometri per il trasporto urbano alla Società Napoleone, che in questi anni ha garantito un servizio eccellente sul territorio, verificando con la stessa società una ulteriore ottimizzazione dei percorsi e degli orari affinché si possano evitare corse inutili a discapito di zone del territorio che veramente necessitano del servizio.