Il Pescara cade a Trieste. Il Lanciano vola: 5 gol al Foggia

Cade il Pescara in Friuli a conclusione di una partita che i biancazurri hanno interpretato come al solito, non riuscendo stavolta trovare la via del gol. Una battuta d’arresto che lascia l’amaro in bocca agli uomini di Di Francesco, che sprecano ottime occasioni.  

TORINO-CROTONE 1-1: 3’st Cutolo (C), 31’st Iunco (T); MODENA-PADOVA 1-0: 43’pt Velardi; ASCOLI-ALBINOLEFFE 2-0: 20’pt Sommese, 23’st Gazzola; ATALANTA-FROSINONE 0-0; CITTADELLA-NOVARA 0-2: 3’st Gonzalez, 28’st Bertani; GROSSETO-VICENZA 1-2: 20’pt Alessandro (G), 34’pt Abbruscato (V), 37’st Alemao (V); PORTOGRUARO-SASSUOLO 1-0: 13’pt Gerardi; REGGINA-PIACENZA 2-0: 3’pt Barillà, 27’pt Cosenza; TRIESTINA-PESCARA 1-0: 9’pt Marchi; VARESE-EMPOLI 0-0. Domani alle ore 20.45 si chiude con il posticipo Livorno-Siena. 

Classifica: Novara e Modena 7; Vicenza e Portogruaro 6; Ascoli, Atalanta, Empoli e Varese 5; Sassuolo, Siena*, Reggina e Triestina 4; Crotone, Livorno* e Cittadella 3; Frosinone, Grosseto, Padova e Pescara 2; Torino, Piacenza e Albinoleffe 1 (*una partita in meno).

Che Virtus Lanciano. In una partita che i tifosi rossoneri non vedevano da tempo, la squadra di Camplone fa suo confronto con il Foggia. Una vittoria fortemente voluta dai frentani, che hanno avuto il merito di non perdere la bussola nei momenti cruciali della partita, trovando con lucidità la via del successo. E che successo. Contro un Foggia che ha disputato la partita che tutti si aspettavano, il Lanciano ha avuto il merito di mettere in campo quella saggezza tattica che il nuovo mister ha inculcato ai suoi uomini ed è riuscita a sfruttare la seconda gara interna stagionale. Certo, va rivisto qualcosa in difesa, ma la squadra c’è, e può solo crescere ed una squadra che mette nella condizione i suoi tifosi di lasciare lo stadio, qualunque sia il risultato, soddisfatti sotto il profilo del gioco e dell’impegno. Passa in vantaggio per primi i padroni di casa con Di Cecco, Nove minuti più tardi al primo affondo la Virtus Lanciano passa Di Cecco, che dopo aver vinto un contrasto sulla destra lascia partire un terra aria che s’insacca sotto il set di Ivanov, che al Biondi non ha ben impressionato. Il Lanciano insiste e al 21’  Zeytulaev colpisce la traversa. Le ripartenza del Lanciano sono sempre pericolose e mettono in crisi la difesa ospite. Ma il Foggia ha ottimi corridori e reagisce bene. Così riesce a trovare il pareggio con Romagnoli di testa, che sfrutta un servizio in area di Insigne su punizione. Si va al riposo sull’1 a 1. Nella ripresa, i fuochi d’artificio. I frenani tornano in campo decisi a chiudere il match e partono subito all’attacco. Sfiorano il gol del raddoppio in più occasioni, soprattutto con un’occasione di Zeytulaev. La ripartenza del Lanciano non impressiona il Foggia, che anzi coglie l’opportunità di portarsi in vantaggio con Sau. E’ 6’ minuto. Camplone invita i suoi alla calma e le sue parole sono profetiche perché all’11 arriva il pareggio. Ci pensa ancora una volta Di Cecco (terzo gol in 2 partite) che raggiunto d un servizio di D’Aversa insacca a fil di palo. Il gol galvanizza i padroni di casa che 4 minuti più tardi sono di nuovo in rete stavolta con Turchi (nella foto con il la moglie, il presidente Valentina Maio). Un gol che esalta pubblico, giocatori e presidente Valentina Maio, che salta dalla panchina e va a festeggiare in campo il marito. La festa però dura pochi minuti, perché il Foggia c’è e al 20’ riagguanta il risultato. Varga tira da fuori un bolide che Chiodini non trattiene, la palla finisce sui piedi di Sau che è lesto a mettere di nuovo dentro. Finita? Neanche per sogno. Camplone, che non sbaglia una mossa, continua a chiedere ai suoi di aggredire i portatori di palla del Foggia e le sue indicazioni sono preziose. Il Lanciano gioca, eccome se gioca. Crea azioni su azioni e trova di nuovo il vantaggio al al 29’ sugli sviluppi di una punizione. Mammarella trova in area Antonioli, che anticipa Ivanov di testa. Il Foggia cerca il pareggio ma Chiodini chiude la porta. Il Lanciano lascia pochi spazi agli ospiti che non riescono ad aprirsi come vorrebbero: un limite che innervosisce i pugliesi. Perde le staffe Burrai, che viene espulso al 32’ e Palermo al 43’. Due minuti più tardi il Lanciano chiude definitivamente l’incontro con una punizione a giro di Mammarella e consolida la sua ottima classifica.

VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Chiodini; Vastola, Ferraro, Antonioli (C), Mammarella; D’Aversa, Di Cecco, Sacilotto (33’p.t. Volpe); Turchi (21’s.t. Colussi), Improta (39’s.t. Tarquini), Zeytulaev.  A disp.: Aridità, Colombaretti, Amenta, Tamasi.  All.: Camplone

FOGGIA (4-3-3): Ivanov; Caccietta, Iozzia, Romagnoli, Tomi (C); Kone, Burrai, Laribi (23’s.t. Palermo), Varga (35’s.t. Agostinone), Sau, Insigne. A disp:. Santarelli, Rigione, Candrina, Kolawole, Cortese,.  All.: Zeman

MARCATORI:  19’p.t. Di Cecco (V), 36’p.t. Romagnoli (F), 6’s.t. Sau (F), 11’s.t. Di Cecco (V), 14’s.t. Turchi (V), 20’s.t. Sau (F), 29’s.t. Antonioli (V), 45’s.t. Mammarella (V)
ARBITRO:  Barbeno di Brescia

Risultati: Barletta-Juve Stabia 0-2 19′ aut. Tesoniero (JS), 53′ Corona (JS); Benevento-Nocerina 1-1 15′ Di Maio (N), 80′ Pintori (B); Cavese-Cosenza 2-2 35′ aut. Troise (Co), 46′ su rig. e 48′ Ciano (Ca), 80′ Bernardi (Co); Foligno-Viareggio 2-0 26′ Cavagna (F), 62′ Sciudone (F); Lucchese-Ternana 4-0 7′ e 64′ Biggi (L), 52′ Marotta (L), 86′ Pezzi (L); PIsa-Atletico Roma 0-2 35′ Balzano (AR), 62′ Ciofani (AR); Siracusa-Andria 0-1 81′ Paolucci (A); Taranto-Gela 2-1 35′ Innocenti (T), 68′ D’Anna (G), 81′ Di Deo (T), V.Lanciano-Foggia 5-3 19′ e 56′ Di Cecco (VL), 36′ Romagnoli (F), 51′ e 65′ Sau (F), 60′ Turchi, 74′ Antonioli (VL), 89′ Mammarella (VL).

Classifca: Lucchese e Atletico Roma 9; Foligno e Lanciano 7; Taranto 6 Cosenza 5; Andria, Benevento e Viareggio 4; Foggia, Nocerina, Gela e Juve Stabia 3; Pisa e Cavese 2; Barletta e Ternana 1; Siracusa 0

Prossimo turno (domenica 12 settembre 2010): Andria-Lucchese, Atletico Roma-Benevento, Cosenza-Taranto, Foggia-Foligno, Gela-Cavese, Juve Stabia-Siracusa, Nocerina-Barletta, Ternana-Pisa, Viareggio-V.Lanciano.

Seconda Divisione – Girone B

Vince solo il Chieti nella seconda giornata del campionato di Seconda Divisione girone B. I neroverdi espugnano il campo della Villcidrese. Cadono in casa il Celano, che becca 5 gol dal Carpi, e L’Aquila, sconfitto dalla Carrarese. Il Giulianova torna a mani vuote da Poggibonsi.

Risultati: Bellaria Igea Marina-San Marino  2-1  4′ Gasparello (S), 15′ Giorgi (B), 19′ Cusaro (B)
Celano Olimpia-Carpi  1-5  25′ Caselli (Ca), 29′ rig. Falomi (Ce), 40′ Fabiano (Ca), 51′ Malatesta (Ca), 69′ Pasciuti (Ca), 72′ Giglio (Ca); Crociati Noceto-Prato 0-0; Gavorrano-Giacomense 1-1  90′ Peluso (Ga), 93′ Staffolani (Gi); L’Aquila-Carrarese  0-1  25′ Benassi (C); Poggibonsi-Giulianova  2-1  22′ Alteri (P), 38′ rig. Alteri (P), 78′ Margarita (G); Sangiovannese-Fano  2-1  13′ Ferrari (F), 39′ Pippi (S), 59′ Pippi (S); Villacidrese-Chieti  1-2  20′ Del Bosco (V), 47′ rig. Rosa (C), 52′ Rosa (C).

Classifica: Carpi e Sangiovannese 6 punti; Prato, Giacomense, Carrarese, Bellaria Igea Marina, Chieti e Poggibonsi 4 punti; San Marino 3 punti; Villacidrese, Fano, Gavorrano e Crociati Noceto 1 punto; Giulianova, L’Aquila e Celano Olimpia 0 punti.

INTERREGIONALE

Prima giornata in Serie D. Questi i risultati nel Girone F: A.Trivento-Santarcangelo 1-0 Bojano-B.Fossombrone 0-0 Civitanovese-Sambenedettese 1-1 Forlì-Venafro 1-0 Jesina-Recanatese 1-0 Miglianico-Real Rimini 2-1 O.Agnonese-Santegidiese 2-2 R.Curi A.-Atessa V.di S. 2-3 Rimini-Luco Canistro 2-2 Teramo-Cesenatico 1-0 Classifica: Atletico Trivento, Atessa Val di Sangro, Forlì, Jesina, Miglianico e Teramo 3 punti; Bikkembergs Fossombrone, Bojano, Civitanovese, Luco Canistro, Olympia Agnonese, Rimini, Sambenedettese e Santegidiese 1; Renato Curi Angolana, Real Rimini, Recanatese, Santarcangelo e Venafro 0.

ECCELLENZA

Prima giornata di campionato anche in Eccellenza. I risultati: Guardiagrele- Castel di Sangro 1-0; Martinsicuro-Cologna Paese 1-2; Montesilvano-Angizia Luco 1-0; Morro d’Oro-Casalincontrada 0-1; Mosciano-S. Nicolò 2-1; Rosetana-Alba Adriatica 0-0; Spal Lanciano-Pineto 0-0; S. Scalo-Montorio 88 1-3; V. Cupello-Francavilla 0-1

Classifica: 3 Montesilvano, Montorio, Mosciano, Guardiagrele, Cologna. 1 punto Spal Lanciano, A. Adriatica, Rosetana, Pineto. 0 punti, Martinsicuro, Castel di Sangro, S. Nicolò, S. Scalo, V. Cupello