Squadra unica nella Marsica, il PD si divide sull’idea di Piccone

La proposta del sindaco Filippo Piccone di formare la squadra di calcio della Marsica, spacca Il Partito Democratico. All’idea, ieri, aveva dato il suo assenso il senatore Luigi Lusi che aveva spiegato il suo sì alla proposta perché “si tratta di un progetto che può dare nuovi impulsi alla Marsica, sia dal punto di vista economico, dell’occupazione, del turismo, sia per ciò che concerne i giovani. E questo e’ senza dubbio un aspetto fondamentale. Sappiamo tutti quanto lo sport e in particolare il calcio sia una passione che accomuna tanti ragazzi. Una squadra di calcio  avrebbe il merito di coinvolgerli, di impegnarli, di fargli scoprire la sana competizione sportiva legandola all’identità e alla specificità di questa terra”. Ma non tutti sono d’accordo, si diceva. Oggi gli fa eco Ermanno Natalini, che bolla come «ennesima “picconata” che si commenta da sola” la proposta del primo cittadino di Celano di un’unica. “Piccone non è nuovo a queste trovate – ha affermato Natalini – è il segnale che tra poco torneremo alle urne. Quando si avvicinano le elezioni, infatti, il Senatore Filippo Piccone le spara grosse; mi permetto di ricordarne sole alcune delle più recenti: l’Università a Celano dove i professori superavano il numero degli studenti e che venne chiusa dopo pochi mesi; il mega centro commerciale che doveva dare occupazione a centinaia di giovani marsicani; il centro turistico Village resort che doveva ospitare piscine, campi da tennis, hotel super lusso ed attrarre turisti da ogni parte del mondo; ed in ultimo la storica fusione tra i Comuni di Avezzano e Celano per la nascita della grandiosa “Avelano”. Peccato che tutto questo, come è noto, non è stato mai realizzato. In un momento di profonda crisi economica dove un giovane su 4 è senza lavoro e il ricorso alla cassa integrazione nel nostro territorio tocca cifre drammatiche, è singolare che ci sia ancora qualcuno -sicuramente in buona fede- che crede ancora in queste boutade invece di preoccuparsi seriamente di come rilanciare l’occupazione e lo sviluppo nella Marsica. Tutti sanno, inoltre, che spesso i giovani talenti locali sono soggetti a logiche che purtroppo non appartengono ai buoni propositi letti in questi giorni; infatti si preferisce acquistare calciatori di altre realtà, anche per i settori giovanili, piuttosto che investire sui talenti locali che si vedono cosi costretti a militare in squadre di prima, seconda e terza categoria pur di continuare a coltivare la passione del calcio giocato. In attesa della prossima picconata –  ha concluso Natalini – magari l’annuncio di un colpo di mercato e l’arrivo in Marsica di Zlatan Ibrahimovic o José Mourinho ritengo auspicabile che tutte le energie disponibili vengano concentrate alle tante crisi aziendali ancora irrisolte e a creare posti di lavoro veri per i giovani del nostro territorio”.

Mirko Pagliarini alla Narnese

Dopo quattro stagioni nelle file della Virtus Lanciano, l’attaccante Mirko Pagliarini scende in Eccellenza. Il trentaquattrenne di Velletri ha firmato un contratto annuale con la Narnese. Il giocatore cresciuto nelle giovanili dell’Elettrocarbonium di Narni Scalo ha al suo attivo una lunga carriera nel calcio professionistico col le maglie di Viterbese, Crotone, Atletico Catania, Avellino, Pisa, Saronno e Genoa.

L’Aquila su Biancone per l’attacco

Cristian Biancone è nel mirino de L’Aquila. I dirigenti rossoblù stanno pensando alla punta ex Pisa classe ’78 ed attualmente svincolata per potenziare l’attacco a disposizione di mister Bitetto. Biancone nell’ultima stagione ha militato in Serie D vestendo la maglia dell’Avellino con la quale ha siglato 4 reti in 18 apparizioni. L’Aquila ha a lungo inseguito anche l’attaccante della Virtus Lanciano Daniele Morante. Ma la trattativa non si è conclusa.