Grido d’allarme del segretario Psi di Sant’Omero, Guido Paci: “In Val Vibrata stillicidio di posti di lavoro”

“Dopo le recenti prese di posizione di sindaci e amministratori, compreso il presidente dell’Unione dei Comuni, su fatti e situazioni (inquinamento, carenza viabilità, ospedale in difficoltà e altro ancora) che stanno mettendo in ginocchio l’economia e i servizi di una intera vallata, scende in campo, sul tema specifico del lavoro che scarseggia e dei posti di lavoro che diminuiscono giorno dopo giorno, Guido Paci, segretario del Psi di Sant’Omero, coordinatore pro-tempore di una vasta fascia dell’entroterra e dirigente regionale. “In Val Vibrata- dice Paci- continua lo stillicidio di posti di lavoro. Ogni giorno un’azienda o una piccola fabbrica artigianale chiude, mettendo sul lastrico gli operai che ci lavorano. Molte famiglie- continua l’esponente socialista- si ritrovano così dall’oggi al domani senza un sostegno economico: una tragedia, soprattutto quando in famiglia è uno solo a lavorare”. Il Partito socialista della Val Vibrata, con questo nuovo intervento del suo rappresentante Guido paci, continua la sua battaglia per sensibilizzare le istituzioni competenti (Unione dei Comuni, Sindacati, Regione, Provincia e Associazioni imprenditoriali) esortandole a sedersi intorno ad un tavolo “per cercare soluzioni che non siano sempre “tampone”. Questo prima che sia troppo tardi. “Anche perchè- motiva Paci- gli ammortizzatori sociali finiranno presto, e non si vedono soluzioni all’orizzonte”. la preoccupazione è che possa finire pure la pace sociale, con la ripresa di lotte contrapposte che potrebbero impoverire ulteriormente molte persone appartenenti alle fasce sociali più deboli e vulnerabili. “Auspico, pertanto- conclude il dirigente del Psi- una presa di coscienza da parte di tutti gli amministratori di qualsiasi livello o parte politica affinchè si capisca la gravità dell’attuale momento cercando insieme la soluzione migliore per il futuro di tutta questa gente in palese difficoltà”.