Pescara, operazione dei carabinieri. In 3 arrestati per detenzione ai fini di spaccio di droga

Questa mattina, dalle ore 5:30 circa, i Carabinieri del Comando Stazione di Pescara Scalo, coadiuvati dall’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pescara, hanno eseguito 3 ordinanze di custodia cautelare, nei confronti di Stefano Cataldo di anni 23, Luca Cataldo, di 20, e Emiliano Spinelli di anni 19, tutti pregiudicati e nullafacenti, ritenuti responsabili dei reati di  detenzione ai fini di spaccio e spaccio continuato di sostanze stupefacenti. Le Ordinanze sono state emesse dal G.I.P. Maria Michela Di Fine del Tribunale di Pescara, su richiesta del P.M. Gennaro VARONE che ha pienamente condiviso le risultanze investigative dei Carabinieri. L’attività, finalizzata al contrasto dello spaccio degli stupefacenti nel circondario di Pescara, è stata condotta, sin dal mese di luglio 2009, mediante  attività tecnica di intercettazione telefonica, escussione testi, individuazioni fotografiche e servizi di o.c.p., che hanno permesso l’acquisizione di  elementi probanti tali da consentire la richiesta delle citate misure cautelari. Durante la perquisizione domiciliare eseguita nei confronti di Luca Cataldo è stato rinvenuta una Pistola marca glook cal. 9×21, funzionante, unitamente a due caricatori con 26 cartucce stesso calibro, fraudolentemente acquistata nel novembre 2009 presso un’armeria di Falconara Marittima (AN), una cartuccia cal. 7,65, un caricatore con nr. 5 cartucce cal. 8, grammi uno di sostanza stupefacente tipo haschish. Quest’ultimo è stato tratto in arresto in flagranza di reato anche per detenzione e porto illegale di armi e munizionamento oltre che per  ricettazione, atteso che la pistola è risultata essere di provenienza illecita. Gli arrestati, assolte le formalità di rito, sono stati associati: i due fratelli presso la Casa Circondariale di Pescara, mentre lo Spinelli è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.