X-Factor, continua l’avventura di Ruggero Pasquarelli

Prosegue bene la strada del giovanissimo Ruggero Pasquarelli, abruzzese di Città Sant’Angelo, nella quarta edizione di X-Factor. Nella seconda puntata del talent show targato Rai2 e condotto da Francesco Facchinetti, Ruggero è stato impegnato in un brano non molto facile, “The Great pretender” dei Queen. Lui però, nonostante le difficoltà se la cava bene, impressiona favorevolmente i giurati, anche se con qualche inevitabile distinguo: “Una forza della natura” per Anna Tatangelo, che lo prega di lasciare stare le ragazze “altrimenti non cantano più”; “discrepanza tra pezzo e interprete” per Ruggeri; Elio invece, continua a tenere di mira la sua giovane età, mentre Mara Maionchi, talent scout, che lo ha in squadra lo definisce”un’artista molto interessante”. Ruggero ha dalla sua una notevole presenza scenica. Sul palco non sembra accusare emozioni e appare completamente a suo agio. In platea, oltre ai genitori, i 65013, il complesso di Città Sant’Angelo con il quale Ruggero canta e composto da bravi musicisti, come Francesco Di Gregorio, chitarra, i fratelli Flavio e Valerio De Carolis, il primo alla chitarra il secondo al basso, Antonio Falasca alla batteria, Matteo Di Domenico, alla tastiera e Giulia Di Gregorio, l’altra voce. Sono saliti fino a Milano per festeggiare il 17mo compleanno di Ruggero e per tifare per lui. E lui non li delude. La bella avventura va avanti e chissà cosa gli riserverà.