Evade dai domicialiari per suonare il violino

E’ stato rintracciato alla stazione, anziche’ a casa dove doveva obbligatoriamente trovarsi, con un violino del 1939 del maestro liutaio “Lanini” del valore di cinquemila euro. Gionny Di Giacomo di 43 anni di Pescara e’ stato arrestato per evasione dagli arresti domiciliari e denunciato per ricettazione. Lo hanno trovato ieri gli agenti della sottosezione polizia ferroviaria di Pescara, durante un servizio di vigilanza e controllo. Di Giacomo e’ stato rintracciato a bordo di un treno in sosta nel parco lavaggio; al momento del controllo, aveva con se’ della refurtiva tra cui il prezioso violino. Processato per direttissima, l’uomo e’ stato condannato a due mesi e 20 giorni di reclusione da scontare in carcere.