Caporale (Verdi): “Se Lanciano ha la piscina è merito del centrosinistra”

“La città di Lanciano ha finalmente delle piscine pubbliche. Piscine che vengono inaugurate in pompa magna domenica 26 settembre dalla maggioranza di destra in Regione e dal Sindaco di destra di Lanciano, senza neanche invitare il rappresentante in Regione del centro-sinistra eletto grazie ai voti dei lancianesi e gli altri due Consiglieri regionali di centro-sinistra grazie ai quali fu ottenuto il sostanzioso contributo per realizzare la piscina. I lancianesi devono sapere che la precedente Giunta regionale Pace di destra (2000-2005), ha inserito soltanto nell’ultimo bilancio (ossia dopo 5 anni di totale disinteresse: ultimo bilancio prima delle elezioni, per fini di propaganda elettorale) la voce per finanziare la piscina di Lanciano ed illudere i lancianesi, non provvedendo a darne copertura finanziaria (ovviamente!). E’ quanto denuncia Walter Caporale, Capogruppo regionale dei Verdi. “Nell’estate del 2005 – ricorda Caporale -, il centro-sinistra, grazie al sottoscritto, a Maria Rosaria La Morgia e ad Angelo Orlando, diede finalmente copertura finanziaria al progetto, provvedendo al versamento nelle casse del Comune di Lanciano della somma di 700.000 euro. E’ ipocrita e falso che oggi uomini di destra mentano sapendo di mentire e pretendano ignobilmente di prendere per i fondelli i lancianesi fingendo di avere fatto ottenere loro questi soldi. queste persone dovrebbero avere quantomeno l’onestà, la correttezza, il buongusto di ringraziare i consiglieri regionali di centro-sinistra che nel 2005 si impegnarono e lottarono per finanziare la piscina….poi la passerella se la facciano pure loro, in doppiopetto e come star decadute, pompose e impomatate, icone di un potere che ormai provoca disgusto e lontananza ai cittadini. Io, da parte mia, come sempre, parteciperò in maniera assolutamente defilata all’inaugurazione senza unirmi alla passerella e al coro delle primedonne bisognose di visibilità e di un attimo di gloria televisiva – e nei prossimi mesi frequenterò la piscina come tutti gli altri cittadini: la storia, i miei valori ed ideali ma anche  gli abruzzesi, mi hanno insegnato che è molto più serio, proficuo, onesto e vincente vivere, lottare e lavorare dietro le quinte per chi ha veramente bisogno, senza maschere di ipocrisia, senza passerelle ed esibizionismi…Forse una volta il popolo (si diceva “bue”) poteva anche cascarci…oggi, direbbe, alla Totò: “ma mi faccia il piacere!”. Dulcis in fundo: Chieti ha ricevuto 200.000 euro per la settimana mozartiana, Lanciano 5.000 euro per le Feste di Settembre – questa Edizione 2010 verrà ricordata come la più triste e povera degli ultimi 20 anni. Il Mastrogiurato 50.000 euro, mentre grazie al mio impegno e del centro-sinistra nella precedente amministrazione,  riceveva 100.000 euro…I Corsi Musicali Estivi sono invece ormai morti, caput,defunti! Per non parlare dell’agonia dell’Ospedale di Lanciano, del trasferimento della ASL a Chieti, dell’imminente chiusura anche dell’ATER di Lanciano che verrà accorpata anche lei a Chieti, dei mancati finanziamenti all’Ente Fiera……..”