Parco Costa dei Trabocchi, se ne parla domani a Fossacesia

Domenica 26 settembre, alle 19, nel teatro comunale, ci sarà un incontro con i cittadini e il consigliere regionale del Pd, Franco Caramanico, sulla proposta del Comune di Fossacesia per la perimetrazione del Parco Nazionale della Costa Teatina. L’incontro è preceduto da un altro, in programma questa mattina alle 9,30, con le associazioni e gli altri portatori d’interesse.

«Abbiamo voluto inserire e comprendere tutto il territorio comunale poiché crediamo che il “modello Parco” è l’unico che può portarci fuori dalla crisi», afferma l’assessore all’Ambiente, Andrea Natale che sarà presente insieme al sindaco Fausto Stante, «parco nazionale vuol dire un modo preciso di fare economia: tutela degli ecosistemi che ci forniscono servizi ambientali gratis; recupero dei saperi e delle tradizioni locali, di produzione agro-alimentare, di gestione del territorio; prevenzione e gestione di frane, smottamenti e piene dei fiumi, precipitazioni abbondanti; sviluppo del segmento collegato all’agro-alimentare del Turismo Verde (o Ecoturismo); investimenti per consumare meno energia, produrre meno rifiuti, avere una mobilità integrata e sostenibile, che a sua volta vuol dire far spendere meno alle imprese e creare un territorio dove non dovranno scappare ma saranno più competitive. Per questi e tanti altri motivi vogliamo il Parco Nazionale della Costa Teatina».

La proposta, che sarà illustrata a Caramanico, prevede la suddivisione del territorio di Fosscesia in quattro zone con vincoli diversi a seconda delle presenze naturalistiche, paesaggistiche e storico-culturali e della presenza dell’uomo e delle sue attività. «Noi non temiamo il Parco», sottolinea Natale, «perché sappiamo che se si parte con il piede giusto, se si definiscono bene le zone nel decreto istitutivo e se si è chiari, senza fare giochi di vecchia politica, da un Parco si hanno solo benefici».