Rinviata Atletico Roma-Virtus Lanciano: mancavano i tifosi

Il Presidente della Lega considerato che è risultato che alla gara Atletico Roma-Virtus Lanciano è stato interdetto l’accesso anche ai possessori della tessera del tifoso; ritenuto che la gara in oggetto non possa essere disputata in assenza totale di pubblico; dispone che benché già programmata per sabato 25 settembre 2010, la gara venga rinviata a data da destinarsi.

Il match si sarebbe dovuto disputare alle ore 15 al “Francesca Gianni” di Roma, in quanto l’impianto del “Flaminio” era già occupato dal “6 Nazioni” di rugby. Per motivi di sicurezza, Questura, Prefettura e Osservatorio avevano stabilito che la partita si sarebbe dovuta disputare a porte chiuse, nonostante per la Lega si sarebbe dovuto permettere l’accesso per i possessori della tessera del tifoso. Alla fine ha vinto il buon senso e il presidente della Lega ha disposto il rinvio della gara. 

Insomma è stata ristabilita una situazione di equità e vincono le società che hanno fatto fronte comune. Vincono, soprattutto, gli sportivi e i tifosi che avevano visti ridotti a carta straccia i propri diritti. Vince lo sport che avrà, come era giusto che fosse, una partita giocata nel contesto che le è naturale:
calciatori in campo e tifosi sugli spalti, ciascuno a incitare la propria squadra.