Giuliante (PdL): “Andremo avanti con il nostro programma”

Il capogruppo del Pdl in Regione annuncia che la “regione andrà avanti”, dopo la bufera giudiziaria e il momento di “vischiosità politica”. Il riferimento è duplice e cioé sia alla questione rifiuti che al piano di riordino della sanità, mentre per quanto riguarda Abruzzo Engineering Giuliante assicura che è stato fatto tutto in regola e difende l’ex assessore Daniela Stati. Il capogruppo del Pdl, affiancato da Emiliano Di Matteo e Ricardo Chiavaroli, ha ricordato per quanto riguarda i rifiuti, che l’inceneritore era previsto nel programma elettorale del 2008 sul quale ci si baserà in futuro. “Non accettiamo critiche rispetto alle scelte programmatiche che abbiamo fatto – ha commentato – e che intendiamo ribadire”. Per quanto riguarda la sanità si vuole procedere con il piano di riordino realizzato dal commissario e approvato dal governo, che ridurrà il deficit. Quanto alle riorganizzazioni ospedaliere saranno concordate con il territorio, cioé Asl, sindaci e presidenze di Provincia. Pur non volendo entrare nel merito delle valutazioni giudiziarie, Giuliante ha respinto la tesi che “Abruzzo Engineering sarebbe stato il cavallo di Troia per delle forzature sulla Presidenza del Consiglio per ottenere degli affidamenti. Sono stati 3 gli incarichi della Presidenza e sono stati tutti e tre esperiti e pagati e i lavori non sono stati esternalizzati”. Sul fronte politico ci potrebbero essere delle novità nei prossimi giorni a seguito delle dimissioni dell’assessore Daniela Stati, della situazione dell’assessore Lanfranco Venturoni e della costituzione del gruppo dei “Finiani” (che dovrebbe essere di due persone e potrebbe mettere in discussione la vicepresidenza di Alfredo Castiglione).