Campitelli: “L’iter per la realizzazione della Via Verde è lungo e complicato”

“Ancora una volta il Partito Democratico confonde le idee ai cittadini, sparando numeri a caso e non rappresentando la situazione per quella che è»: così l’assessore all’Urbanistica, Nicola Campitelli, replica al gruppo consiliare del Pd in merito alla Via Verde della Costa dei Trabocchi. “È incredibile – ha spiegato l’assessore Campitelli – che Tommaso Coletti, che ha amministrato per tanti anni su tanti livelli di governo, abbia potuto affermare che per realizzare il tracciato ciclopedonale occorrono appena 460 mila euro: ammesso e non concesso che quella somma sia sufficiente, l’ex presidente pensa forse che si possano iniziare i lavori senza acquisire dei diritti sulle aree di risulta? La trattativa che ci vede impegnati da molto tempo con le Ferrovie dello Stato verte soprattutto su questo punto, la cessione delle aree dove realizzare la Via Verde: la richiesta economica che ci è stata presentata per la vendita è esorbitante, perciò stiamo trattando anche per un meno oneroso diritto di superficie, fermo restando che la strada dell’esproprio, pur percorribile, è irta di ostacoli burocratici e lungaggini. Davvero Coletti pensa che si possa notificare un progetto ancora preliminare, che è quello che attualmente ha in mano la Provincia? Mi sembra che l’ex presidente menta sapendo di mentire. Infine, Coletti non sa che i 16 milioni di euro dei fondi Fas stanziati per la Via Verde sono ancora in attesa del via libera del Cipe? Facile parlare senza amministrare, ma è grave che un esponente politico che ha avuto grandi responsabilità di governo in passato non sia chiaro con i cittadini, tentando solo di delegittimare un lungo e paziente lavoro che il presidente Enrico Di Giuseppantonio e tutta la giunta stanno portando avanti fin dal giorno dell’insediamento”.