Operazione dei carabinieri di Ortona: due arresti per spaccio e furto

 

Nel corso di servizio a largo raggio per il controllo coordinato del territorio disposto da questo Comando di Ortona tra il 10 e l’11 ottobre 2010, è stato tratto in arresto Francesco Baldacci, 24enne celibe di Pescara, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, essendo stato trovato in possesso di n. 10 dosi di sostanza stupefacente tipo eroina, nonché di nr. 4 (quattro) flaconi di metadone, un bilancino di precisione nonché della somma in contanti di euro 125,00 (centoventicinque), sottoposti a sequestro. Nell’ambito dello stesso servizio, sono stati segnalati al competente Ufficio Territoriale per il Governo per uso personale non terapeutico di sostanze stupefacenti, 3 giovani di Pescara e Montesilvano, in quanto trovati in possesso di sostanza stupefacente verosimilmente tipo hashish e marijuana. Inoltre, nella mattinata odierna, i militari della Stazione Carabinieri di Fossacesia, hanno tratto in arresto Carlo Federico Sanmartin, 31enne, celibe da Mozzagrogna, in esecuzione di una Ordinanza di Applicazione della Misura Cautelare della Custodia in Carcere emessa dal G.I.P. Tribunale di Lanciano, che condivideva appieno le risultanze delle attività investigative svolte dai militari dell’Arma, che avevano raccolto gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’arrestato in ordine ai reati di furto aggravato e indebito uso di carta di credito. Il provvedimento scaturisce dalle indagini svolte dai militari operanti a seguito di una serie di furti in appartamenti e presso esercizi commerciali verificatisi recentemente e in tempi diversi nel territorio di Fossacesia e Santa Maria Imbaro, a seguito dei quali gli ignoti malviventi si erano impossessati di portafogli, di oggetti in oro e di contanti nonché di un autocarro. In particolare veniva altresì accertato che il prevenuto, dopo aver compiuto il furto, utilizzava indebitamente una carta di credito trovata all’interno del portamonete di una delle vittime, facendo spese fraudolente per un valore di circa 665,00 Euro. L’arrestato, dopo l’espletamento delle formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Lanciano a disposizione di quel Tribunale.

L’attività dei carabinieri di Ortona è il risultato di una intensa e profonda azione di contrasto che ha predisposto uno specifico dispositivo di controllo del territorio per contrastare efficacemente la criminalità predatoria. La specifica azione viene costantemente attuata da questo Comando di Compagnia anche con il compito precipuo di assicurare una incisiva azione di prevenzione contro questo invasivo fenomeno criminale e contestualmente stimolare la collaborazione dei cittadini, che talvolta si è rivelato fondamentale per il risultato delle attività investigative.