Lo rimprovera di urinare per strada, la picchia

Rimprovera ad un uomo di urinare in parco e per tutta risposta lui l’aggredisce e la picchia. Il fatto è accaduto a Pescara. Vittima una ragazza di 22 anni, che nel transitare per Piazza Sacro Cuore ha notato un uomo che, con i pantaloni abbassati, stava urinando in mezzo al parco. Sostenuta dalla propria coscienza civica, la giovane ha deciso di avvicinare lo sconosciuto e gli ha chiesto di ricomporsi Ne è nato un battibecco e a quel punto Arsenio Caimpoli, 46enne pescarese, pregiudicato, si è avventato contro la malcapitata e, dopo averla fatta cadere a terra, l’ha colpita dapprima con una testata al volto, poi con calci e pugni. Alla scena hanno assistono alcuni passanti. Uno di loro, avendo previsto il precipitare della situazione, ha allertato i carabinieri che sono giunti pochi istanti dopo l’inizio del pestaggio, in tempo per evitare il peggio per la ragazza. I militari dell’arma, con non poche difficoltà sono riusciti a bloccare il Ciampoli il quale, nel tentativo di divincolarsi, si è scagliato con calci e pugni contro i militari, ferendone uno alla mano in modo lieve.  La donna, sottratta dalle mani del sue aggressore, è stata soccorsa dal personale del “118” intervenuto sul posto e trasportata al pronto soccorso. Per fortuna ha riportato delle lievi escoriazioni, ma ha subito un forte shock. Al termine della disavventura vissuta dalla ragazza, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pescara hanno proceduto all’arresto, per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali ed atti contrari alla pubblica decenza, nei confronti dell’aggressore. Il 18 maggio 2010, Ciampoli, persona particolarmente violenta, per sottrarsi all’arresto a seguito di una tentata rapina in un supermarket del centro,  si è anche reso protagonista della rottura, con una testata, di un parabrezza di un auto di servizio dei Carabinieri. Processato questa mattina con giudizio direttissiomo, dopo la convalida dell’arresto, è stato trasferito in  carcere in  custodia cautelare.