Virtus, stavolta al Biondi finisce in parità. La Ternana e l’arbitro bloccano i rossoneri

Occasione sprecata per la Virtus, che nella domenica in cui poteva accorciare le distanze dall’Atletico Roma, ha dovuto accontentarsi di un pareggio. Che la Ternana fosse un cliente scomodo lo si sapeva già nella vigilia del confronto al Biondi. Così, in campo, nessuno si è sorpreso più di tanto nel vedere la formazione di Orsi schierata con modulo speculare, efficace nelle chiusure. Il Lanciano ha dunque sofferto, a differenza delle precedenti prestazioni casalinghe, ha lasciato intravedere una certa fatica nel proporre il proprio gioco. Nonostante tutto, i rossoneri sono riusciti ad imbastire qualche azione degna di nota e quelle che ha creato non sono nemmeno fortunate. Mammarella e Improta, infatti, hanno visto le loro conclusioni finire sui legni della porta difesa da Visi. Che fosse una giornata storta, lo si è capito ad una manciata di secondi dalla fine del primo tempo: Chiodini è uscito di pochi centimetri oltre la sua area e ha toccato la palla con una mano. Inevitabile l’intervento del signor Giuseppe Monaco di Tivoli, e l’espulsione del portiere. Camplone è stato costretto a ridisegnare l’assetto dei suoi, schierandoli con 4-4-1, ha toloto Improta e ha mandato in difesa della porta rossonera Aridità. Nuovo tema tattico, ma per nulla rinunciatario dei rossoneri. Anzi. La Virtus, nonostante l’inferiorità numerica, è sembrata trasformata e finalmente ha trovato maggiori varchi per pungere la Ternana. Ci ha provato ancora Mammarella su punizione e con Ilyas Zeytulaev, che ha subito anche un evidente fallo da rigore. L’occasione più ghiotta è capitata però sui piedi di Turchi, quando il Lanciano era in 9 per l’espulsione di capitan Di Cecco: il tiro dell’attaccante rossonero, però veniva intercettato da Visi, capace di negare il gol con una respinta d’istinto. E’ finita in parità, ma la Virtus, nonostante tutto, è uscita a testa alta tra gli applausi dei propri sostenitori.

Prima Divisione Girone B – 9^ giornata

Barletta-Cavese 3-3, Benevento-Taranto 0-0, Foggia-Andria 2-1, Foligno-Siracusa 1-1, Juve Stabia-Gela 0-1, Lucchese-Pisa 1-1, Nocerina-Cosenza 2-1, Viareggio-Atletico Roma 1-1, V.Lanciano-Ternana 0-0

Classifica: 19 Atletico Roma; 18 Gela, 18 Nocerina; 17 Taranto, Benevento; 14 Virtus Lanciano, Foggia; 12 Foligno; 11 Lucchese, Pisa; 10 Cosenza, Juve Stabia,; 9 Andria, Ternana, Viareggio; 7 Cavese,  Siracusa; 5 Barletta. Atletico Roma e Lanciano una partita in meno

Prossimo turno: Andria-Juve Stabia, Atletico Roma-Foggia, Cavese-Lucchese, Cosenza-Foligno, Gela-Viareggio, Pisa-Benevento, Siracusa-V.Lanciano, Taranto-Barletta, Ternana-Nocerina

Interregionale Girone F – 8.a Giornata
Atessa Val di Sangro – Cesenatico 1-0 14’st Alterio; Atletico Trivento – Renato Curi Angolana 0-1 43 st Bordoni; Bojano – Teramo 0-2 37’st Arcamone, 47st Orta; Jesina – Rimini 1912 1-0; Luco Canistro – Fossombrone 1-1 16’st Tarquini, 48’ st Vitali; Olympia Agnonese – Miglianico 2-1 3’ e 15’pt Minozzi, 38’stLieti; Real Rimini – Venafro 4-1
Recanatese – Forli 0-3; Santarcangelo – Civitanovese 2-0; Santegidiese – Sambenedettese 2-2

Classifica: 19 Jesina; 18 Teramo, 15 Rimini, Atessa Val di Sangro; 13 Civitanovese; 12 Atletico Trivento, Sambenedettese, Santarcangelo; 11 Santegidiese, Olympia Agnonese; 10 Recanatese; 9 Miglianico, Renato Curi Angolana, Real Rimini, Fossombrone; 8 Luco Canistro, Forlì; 4 Cesenatico, Venafro; 3 Bojano.

Eccellenza Abruzzo – 8^ Giornata

Alba Adriatica-Castel di Sangro 1-0, Angizia Luco-Francavilla 2-6, Montorio-Casalincontrada 0-0, Mosciano-Martinsicuro 2-1, Pineto-Cologna Paese 2-2, Rosetana-Spal Lanciano 1-2, San Nicolò-Morro d’Oro 3-0, Sporting Scalo-Montesilvano 3-0, Virtus Cupello-Guardiagrele 0-1
Classifica: 19 San Nicolò; 16 Mosciano; 15 Cologna, Pineto, Alba Adriatica, Francavilla; Montorio 14; 12 Montesilvano, Guardiagrele; 11 Spal Lanciano; 9 Casalicontrada; 6 Castel di Sangro, Martinsicuro; 5 Angizia Luco, V. Cupello.