le banche vengono incontro alle necessità della San Marco di Lanciano

“Il pool di banche sta lavorando alacremente al testo della convenzione per la finanza d’urgenza, ovvero la riapertura delle linee di credito, che verrà incontro alle necessità della San Marco: siamo dunque ottimisti sul fatto che entro quindici giorni la convenzione venga firmata, restituendo serenità ai lavoratori, all’azienda ed ai fornitori»: così il presidente, Enrico Di Giuseppantonio, sintetizza gli esiti dell’incontro appena conclusosi nella sala di giunta della Provincia tra i sindacati, i lavoratori, le banche, la Confindustria e la proprietà della San Marco,  azienda metalmeccanica che opera da mezzo secolo tra Atessa e Lanciano.

Unicredit, Bls, Bnl e Tercas hanno già deliberato l’adesione alla convenzione in itinere e nei prossimi giorni anche la Carichieti dovrebbe aderire, completando il pool di banche che deve sostenere la San Marco. Tutti hanno espresso il loro parere favorevole ad accelerare quanto più possibile l’iter per la sottoscrizione del testo che permetterà ai lavoratori di vedersi accreditati gli stipendi degli ultimi mesi, ai fornitori di attendere con serenità i pagamenti dovuti e soprattutto alle aziende che forniscono commesse alla San Marco di sapere che la continuità aziendale garantirà la puntualità nelle consegne.

«Rilevo con moderata soddisfazione – ha concluso il presidente Di Giuseppantonio – come le banche abbiano mostrato un’apprezzabile disponibilità nei confronti dell’azienda: del resto, la Provincia da tempo chiede al sistema creditizio locale di venire incontro al tessuto produttivo del territorio per sostenerlo e rilanciarlo».