Calcio a 5, Felipe Benazzi Arteiro suona la carica per l’Adriatica Pescara

“Non siamo una squadra da zona retrocessione, quando saremo al completo ce la giocheremo alla pari con tutti, anche con le candidate alla promozione. Conosco abbastanza bene questo campionato e i suoi valori: sono sicuro che a fine stagione saremo molto più in alto rispetto ad oggi». Felipe Benazzi Arteiro, 22 anni, laterale di San Paolo, l’anno scorso in B con i romani del Salaria Sport Village, anche sabato scorso contro la Domus ha timbrato il cartellino. L’ex Nazionale under 21 è al secondo gol con la maglia biancazzurra. Nonostante la giovane età, nel curriculum vanta già una lunga esperienza nel girone A di serie A2. «Avremmo meritato di vincere contro la squadra sarda – dice Arteiro – perché nel primo tempo abbiamo creato tantissime palle gol e non abbiamo concretizzate, per bravura del loro portiere e per mancanza di precisione. Nella ripresa siamo andati meritatamente in vantaggio, ma una disattenzione a pochi minuti dalla fine ci è costata carissima. Un peccato non aver vinto, ma siamo tornati dalla Sardegna con la consapevolezza di aver dato tutto e di essere in netta crescita. La prima vittoria stagionale si avvicina, lo sento». La Samb, avversaria dei pescaresi sabato prossimo al Papa Giovanni Paolo II, è avvisata. «Siamo ancora condizionati dagli infortuni – spiega l’italobrasiliano ex Aosta e Kiwi Belluno, in passato arrivato a 16 gol in A2 – , perché contro la Domus abbiamo dovuto rinunciare a Calista, Bruno e Alexandre Cavalli, tre giocatori fondamentali per noi. Ma stiamo acquisendo la consapevolezza giusta nei nostri mezzi. Non appena saremo al completo, potremo misurarci con tutti nella categoria e battere non solo le dirette rivali per la salvezza, ma anche le più forti del girone. Adesso pensiamo alla Samb, però, senza guardare troppo lontano». Due gol in campionato, ma è solo l’inizio per “Pato” Arteiro: «Spero di segnare ancora molto – chiude il giocatore offensivo dell’Adriatica, che porta lo stesso soprannome dell’attaccante del Milan – , anche perché qui a Pescara mi trovo benissimo: c’è un gruppo di bravi ragazzi che stanno diventando amici veri, prima ancora che compagni di squadra. E questo per me è un aspetto fondamentale, uno stimolo in più a dare tutto per la maglia».

Roseto XXVI Sport per la Vita: il Comune sostiene il Gran Galà di Pattinaggio Artistico

La gara di solidarietà della XXVI edizione di Sport per la Vita si muove a favore della CRI di Roseto. I fondi raccolti infatti saranno utilizzati per l’acquisto di una nuova ambulanza. Il progetto è stato presentato questa mattina in una conferenza stampa nella sala Giunta del Municipio alla presenza del Sindaco Franco Di Bonaventura che ha detto: “Abbiamo sempre sostenuto Sport per la Vita e continuiamo a farlo perché come Istituzione siamo chiamati a riaffermare i valori importanti del convivere civile, lo sport che aiuta a crescere in armonia i giovani, ma anche la solidarietà, l’ascolto dell’altro, la disponibilità verso chi è più debole”. Alla raccolta possono partecipare davvero tutti grazie al pratico sistema ideato dal Comitato organizzatore. In oltre cento luoghi diversi della città, tra cui negozi, associazioni sportive, scuole e nello stesso Palazzo Comunale, si possono trovare le speciali bottiglie trasparenti con tappo sigillato con su scritto lo slogan “per l’acquisto di un’ambulanza” dove è possibile inserire offerte in denaro. “Roseto ha sempre saputo dimostrare una grande generosità – ha detto l’Assessore allo Sport Ferdinando Perletta – e sono certo che sarà così anche questa volta”. “Il legame tra Sport per la Vita e la Croce Rossa locale non è nuovo ha spiegato Maria Luisa D’Elpidio, Presidente del Comitato Sport per la Vita – già nel 2003 la manifestazione internazionale di pattinaggio artistico aveva raccolto fondi da destinare all’acquisto di un ambulanza per la CRI. Ci auguriamo quindi di poter trovare le nostre bottiglie piene fino all’orlo, perché con l’aiuto di tutti potremo implementare un servizio che va a beneficio della collettività”. “Attualmente l’associazione conta 110 volontari – ha spiegato il Commissario CRI Massimiliano Ferrara– e abbiamo urgente bisogno di un nuovo mezzo adeguato per un servizio che offriamo 24 ore su 24”.

Intanto fervono i preparativi per la XXVI edizione di Sport per la Vita che si terrà domenica 9 gennaio in pomeridiana e come di consueto ospiterà i

Campioni del Mondo di Pattinaggio artistico che saranno incoronati nelle gare in programma a Portiamao, in Portogallo, dal 22 novembre al 5 dicembre prossimi.