Professore sospeso: ha fatto vedere film hard ad alunna

È stato sospeso dalle funzioni il professore di matematica che nello scorso mese di maggio fu coinvolto in una indagine della squadra mobile di Teramo perchè un’alunna 14enne lo accusava di averla costretta a vedere video pornografici su un Pc della scuola. Lo ha deciso il gip del tribunale di Teramo, accogliendo la richiesta della procura: la contestazione è di violenza privata e al momento non c’è termine temporale per l’esecutività della sospensione. L’episodio venne alla luce dopo la denuncia dei genitori della giovanissima, che frequenta una scuola media del capoluogo. Gli agenti della squadra mobile eseguirono una serie di perquisizioni, sequestrando anche i computer del laboratorio e quello personale del docente, che però ha sempre negato ogni addebito: l’alunna è stata anche ascoltata in una udienza protetta e ha confermato le dichiarazioni che sarebbero state avvalorate anche dall’esame tecnico del pc della scuola.