Febbo replica a Radica (Copagri): “Ecco quel che facciamo per l’agricoltura”

“L’agricoltura abruzzese, come altri settori produttivi, vive una fase di difficoltà dalla quale tutti insieme, operatori, organizzazioni professionali, assessorato regionale all’agricoltura e lavoratori stanno cercando di uscire. Spiace dover constatare che, pur eletto alla guida di una importante e rappresentativa organizzazione come Copagri della provincia di Chieti, il presidente Angelo Radica non conosca neppure una delle iniziative in atto e di quelle in cantiere”. Lo sostiene l’assessore alle Politiche agricole, Mauro Febbo. “Eppure si tratta di strategie che questo assessorato porta avanti da quasi due anni – continua – e se si ha cura di leggere le proposte di legge consegnate alle organizzazioni professionali, si scoprirà che quasi tutte le questioni sollevate, si avviano a trovare una soluzione. Inoltre, è il caso di ricordare a Radica sia l’ultima legge regionale sui cosiddetti prodotti a “chilometri zero” sia quella relativa al “Marchio Abruzzo”, licenziata di recente dalla Commissione Agricoltura della Regione. Inoltre, – prosegue Febbo – agendo sempre in sintonia con le organizzazioni regionali, si sta lavorando per la ricapitalizzazione della Cantine Sociali senza contare le Determine della Direzione Agricoltura della Regione Abruzzo finalizzate al credito agrario. Il mondo agricolo – conclude l’assessore – ha da sempre tanti problemi ma è formato da persone che sono solite risolverli con il lavoro e che si guadagnano da vivere spaccandosi la schiena sui campi. Un mondo evidentemente molto lontano da chi è abituato solo a fare chiacchiere e proclami”.