Fiba-Confesercenti, un consiglio straordinario sul piano spiaggia di Montesilvano

Una data certa nella quale il Consiglio comunale discuta del nuovo Piano spiaggia. La richiesta arriva dai balneatori di Fiba-Confesercenti di Montesilvano. «Nel calendario programmato delle commissioni e del Consiglio comunale non c’è traccia di alcun ordine del giorno che affronti questo importante e fondamentale strumento per la programmazione delle imprese balneari» dice la direzione di Fiba, «e vogliamo ricordare al sindaco Pasquale Cordoma che nel suo programma elettorale, al secondo punto, era prevista la modifica-approvazione del nuovo Piano spiaggia di Montesilvano. Evidenziamo la necessità che questo strumento indispensabile per le imprese  demaniali venga al più presto licenziato per dare una risposta certa alla principale fonte di reddito di Montesilvano, il turismo, e far si che gli operatori vengano messi nelle condizioni di poter lavorare e programmare con largo anticipo. Non è possibile» aggiunge Fiba «che nei lavori della commissione urbanistica sono evidenziate all’ordine del giorno solo le questioni dei vari Piani particolareggiati, mentre non c’è traccia del settore demaniale marittimo ad uso turistico e ricreativo». Un Piano spiaggia concertato con gli operatori, sottolineano ancora i balneatori di Fiba-Confesercenti, «significa dare maggiori servizi  e professionalità ai turisti che scelgono la nostra spiaggia. Il notevole ritardo  nell’approvazione del piano, oltre a mettere in crisi il settore, danneggia anche l’immagine della città. Sollecitiamo pertanto il sindaco ad un incontro nel più breve tempo possibile per verificare se vi sono le condizioni che questo Piano spiaggia trovi la sua definitiva approvazione».