Prostituzione sulla costa teatina. La Squadra Mobile sequestra un appartamento

Nell’ambito dell’attività di indagine volta al contrasto del fenomeno della prostituzione    soprattutto nella fascia costiera della provincia teatina,  nella  giornata  di ieri il personale della Squadra Mobile della Questura di Chieti  in esecuzione di un    provvedimento dell’ Autorità Giudiziaria ha  effettuato il  sequestro preventivo di un appartamento sito a Francavilla  al  Mare. Gli  Agenti della Squadra Mobile, dopo accurate indagini durate circa quattro mesi, hanno accertato che all’interno dell’abitazione  sequestrata  si   prostituivano   almeno tre donne straniere di nazionalità colombiana. La  proprietaria dell’appartamento,  cittadina italiana,  di origine colombiana, di anni 51,   è  stata denunciata  per sfruttamento ed agevolazione della prostituzione.