Fossacesia, le opposizioni attaccano la giunta Stante sulla raccolta differenziata

I consiglieri di minoranza del Comune di Fossacesia partono all’attacco puntando l’indice contro l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Fausto Stante, colpevole, a loro dire, del fallimento della raccolta differenziata dei rifiuti. «Davanti ai numeri non si può né barare, né cercare di scaricare le responsabilità – affermano in un comunicato i cinque consiglieri di “Approdo per il futuro”, Raffaele Di Nardo, Danilo Petragnani, Mariangela Galante, Vincenzo Brighella e Amerino Marrocco. –  La raccolta differenziata, con l’attuale Amministrazione, è precipitata dal 40,3% di fine 2008 al 29,7% di fine 2009, fino al desolante 21,9% realizzato a settembre 2010». I dati sono forniti dal Settore Ambiente della Provincia di Chieti. «Oltre al dimezzamento della quota di differenziata – proseguono i consiglieri – che già da sola testimonia l’arretramento delle politiche per l’ambiente del Comune, Fossacesia riesce a raggiungere un altro triste primato: la spaventosa cifra di 485 kg. di spazzatura per abitante prodotta in un anno. Questo vuol dire che sono state vanificate tutte le azioni di formazione, educazione ed informazione, portate avanti sin dal 2004 dalla precedente Amministrazione civica, guidata dal sindaco Enrico Di Giuseppantonio, messe in campo per sensibilizzare la popolazione sul corretto modo di smaltimento dei rifiuti, che hanno fruttato ininterrottamente e per cinque anni il riconoscimento di “Comune riciclone” da parte di Legambiente. Molti cittadini – aggiungono i consiglieri – ricorderanno il penoso spettacolo della scorsa estate, quando l’Amministrazione comunale non aumentò, come era normale fino al 2008, il numero dei cassonetti messi a disposizione delle migliaia di turisti, che nel periodo di ferie affollano Fossacesia. Il risultato è stato sotto gli occhi di tutti: contenitori stracolmi di rifiuti che spesso si accumulavano anche per terra, lasciando un pessimo biglietto da visita di una città da sempre a vocazione turistica. Nel frattempo, l’Amministrazione comunale ha pubblicato un nuovo bando di gara per la gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani che, sebbene sia scaduto da un mese, nessuno sa nulla sulle procedure di assegnazione, anzi non è noto neppure se e quando si apriranno le buste pervenute in Comune. Su questo mistero noi consiglieri di minoranza chiediamo chiarezza e trasparenza a tutela dei cittadini che hanno il sacrosanto diritto di avere il miglior servizio al minor costo, ma soprattutto devono avere certezze sui tempi che serviranno per l’arrivo del nuovo gestore del servizio rifiuti. Fossacesia ha bisogno di risposte e di atti concreti – conclude la nota – per  cui chiediamo al sindaco Stante e alla sua maggioranza di smetterla con i proclami. L’opposizione è pronta a dialogare con la maggioranza, votando a favore dei  provvedimenti utili e giusti per la città, ma l’Amministrazione comunale deve darci delle risposte chiare e definitive».