La Dia apre fascicolo sulla Pulchra

“La Direzione Investigativa Antimafia apre un fascicolo sulla Pulchra spa, la società a capitale misto, pubblico-privato, che gestisce l’igiene pubblica vastese”. Lo afferma in una nota Riccardo Alinovi, vice presidente del Consiglio Comunale di Vasto. “Sono stato contattato dalla Direzione Investigativa Antimafia – spiega Alinovi, che dice di essere stato sentito stamane dai carabinieri di Vasto – in relazione ad un esposto in cui ho denunciato gravi conflitti d’interesse su una società che fino ad oggi – afferma – ha gestito circa 100 miliardi di vecchie lire. Ai militari ho presentato un articolato dossier, un “open book” in cui sono riportati i tratti salienti dell’affare e le relative ripercussioni sulle tasche dei contribuenti. Sono fortemente preoccupato per quello che sta succedendo – dice ancora Alinovi – perché la responsabilità di questa operazione è prettamente politica. Temo che chi aveva l’obbligo di controllare ha fatto finta di non vedere. Invito tutti i cittadini – conclude il vice presidente del Consiglio Comunale di Vasto – a riflettere sul rinnovo trentennale del servizio di igiene urbana che passate amministrazioni hanno concesso alla società. Noi non accettiamo i monopoli. Chiedo pertanto al sindaco Lapenna la sospensione della convenzione con la Pulchra spa e di adoperarsi per la preparazione di un bando europeo che regolamenti in maniera chiara e trasparente l’affidamento del servizio. Su questa vicenda non mi fermerò, nonostante le minacce che mi sono state mosse ed invito tutto il mondo politico a lavorare per fare chiarezza”.