San Vito Chietino, consiglio comunale ad alta tensione

Consiglio comunale turbolento l’altra sera a San Vito Chietino, dove al consigliere di maggioranza, Luigi Iarlori, è stata negata la parola dal sindaco Rocco Catenaro, su proposta dell’assessore Luigi Comini. Questi i fatti. A fine seduta era prevista la discussione di una mozione presentata da Iarlori che, com’è noto, all’interno della maggioranza svolge praticamente il ruolo di oppositore. Prima però di procedere alla lettura dell’interpellanza interviene l’assessore Comini, che a sua volta presenta una mozione d’ordine per chiede al sindaco di non porre in discussione la mozione di Iarlori, in quanto non rispondente ai dettami del regolamento consiliare. Il sindaco accoglie quindi la richiesta di Comini, invitando Iarlori, rimasto letteralmente senza parola, a ripresentare la sua interpellanza completandola col dispositivo che preveda la votazione. Iarlori, ripresosi dallo stupore, cerca di chiedere la parola per dire la sua, ma Comini fa presente al Consiglio che il regolamento prevede che sulla mozione d’ordine può intervenire un solo consigliere per gruppo e, poiché Iarlori fa parte del gruppo di maggioranza come l’assessore Comini, non ha diritto alla parola. Un richiamo quindi “all’indisciplinato” Iarlori a rispettare il gruppo a cui appartiene.