Porto turistico a San Vito, il sindaco replica alle associazioni ambientaliste

Il progetto del porto turistico di San Vito Chietino non è stato ancora approntato, ma la sola intenzione dell’amministrazione comunale di procedere alla realizzazione dell’opera pubblica ha già scatenato le critiche degli ambientalisti, che non sono piaciute al sindaco Rocco Catenaro. «Le accuse del Wwf Frentano sono improvvide ed intempestive – afferma Catenaro. – Non si può pensare di conseguire lo sviluppo turistico ed economico del nostro territorio continuando a perseguire la politica del no pregiudiziale che l’ambientalismo radicale continua a portare avanti ogni volta che si avanzano ipotesi progettuali». Per il sindaco Catenaro affrontare la sfida della competitività fra i territori significa dotare il paese delle necessarie infrastrutture turistico-ricettive nel rispetto della tutela ambientale. Il primo cittadino respinge inoltre al mittente anche le accuse sulla presunta inerzia della Giunta sanvitese in merito all’erosione della spiaggia del Turchino. «Lo scorso anno – precisa Catenaro – fu proprio questa amministrazione a sottoporre il problema alla Regione, che ha accolto le nostre richieste concedendo i primi fondi necessari, grazie ai quali la Giunta ha approvato il progetto per l’esecuzione delle necessarie opere di ripascimento di Punta Turchino».