Chieti, l’intervento immediato della Squadra Volante evita il furto all’Università

Ieri,  in tarda serata, a seguito di segnalazione di furto al 113  la Squadra Volante della Questura di Chieti si recava  presso l’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti, ove l’addetto alla vigilanza dell’ Università riferiva agli operatori che poco prima durante il suo normale giro di controllo aveva notato  dei movimenti sospetti  in un’ala del Rettorato. Immediatamente gli Agenti di Polizia perlustravano la zona e notavano la finestra dell’’ufficio di presidenza di geologia leggermente forzata. All’interno gli operatori sorprendevano un uomo che aveva messo a soqquadro la stanza e che alla vista degli operatori gettava a terra alcuni oggetti precedentemente trafugati. Il malfattore cercava di fuggire, ma veniva immediatamente bloccato e tratto in arresto per il reato di tentato furto e danneggiamento aggravato ai danni del Rettorato dell’Università. L’uomo è stato  identificato per G.S. nato in Romania in data 15-08-1979, senza fissa dimora, disoccupato. Nella mattinata odierna si è svolto il processo per direttissima e il rumeno è stato condannato a d un anno di reclusione, pena sospesa e rimesso in libertà. Nei confronti del cittadino straniero è in corso la procedura di allontanamento dal territorio nazionale.