E al mercato clandestino di sigarette arriva la Finanza: sequestrate 30 stecche

Le Fiamme Gialle di Pescara hanno sorpreso due cittadini ucraini intenti a vendere sigarette di contrabbando a loro connazionali, sequestrando così circa 30 stecche.

Nel corso di un controllo presso l’area di risulta della città, i finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria di Pescara hanno notato, nelle prime ore della mattina, una folta presenza di persone intorno due furgoni.

Veniva così scoperto quasi un mercato all’aperto (nella foto), realizzato da due cittadini di nazionalità ucraina che, tra i differenti articoli, vendevano anche sigarette: i finanzieri trovavano così stecche di L&M, Chesterfield , Marlboro e Wiston, tutte di contrabbando e nascoste all’interno di due grossi furgoni.

La merce veniva ovviamente sottoposta a sequestro ed i due ucraini, uno di 39 anni e l’altro di 31, venivano denunciati a piede libero alla procura di Pescara.

Per il contrabbando, rischiano una multa fino a circa 5 euro per ogni grammo di tabacco sequestrato, mentre, atteso che nessuno dei pacchetti recava la prevista dicitura “nuoce gravemente alla salute”, potranno essere condannati anche a pagare una ulteriore sanzione che arriva fina a quarantaseimila euro circa.

Le Fiamme Gialle hanno sequestrato anche i due furgoni, in quanto funzionali all’effettuazione del contrabbando, e proseguono le indagini per individuare il mercato di approvvigionamento dei tabacchi.