50 grammi di cocaina e oltre 2 kg di hashish sequestrati dalla polizia a Pescara

Arrestato con 50 grammi di cocaina dalla Squadra Volanti di Pescara. L’operazione è avvenuta nel pomeriggio di ieri nel capoluogo adriatico. L’uomo, di 30 anni, G.F., incensurato, è stato fermato a bordo della sua auto ad un posto di controllo in Via Chiarini di Montesilvano ed ha mostrato, fin da subito, chiari segni di nervosismo, iniziando a balbettare e sudare vistosamente. Agli agenti è bastato dare un occhiata all’interno dell’abitacolo del mezzo per capire il perché di tanta agitazione, scorgendo una bustina di cellophane con della polvere bianca nascosta sotto il sedile. L’esito del narcotest effettuato in un secondo momento dalla Polizia Scientifica ha eliminato ogni dubbio, chiarendo che si trattava di 50 grammi di cocaina. Sono quindi scattate le manette ai suoi polsi. Vista la consistente quantità di droga sequestrata e considerato che il giovane non risultava segnalato come tossicodipendente, per la polizia è stato facile dedurre che lo stupefacente fosse destinato allo spaccio piuttosto che al consumo personale. E’ seguita una perquisizione nella sua abitazione, controllo al quale il fermato non si è opposto. Anzi, ha indicato agli agenti che nell’armadio della cameretta del figlioletto aveva nascosto una consistente quantità di hashish. Con sorpresa dello stesso spacciatore, però, l droga non c’era più. Dopo una rapida indagine, tuttavia, i poliziotti hanno scoperto che, poco prima del loro arrivo, la sorella dell’arrestato, aveva provveduto a far sparire lo stupefacente, gettandolo via. Dopo aver rintracciato la donna, gli agenti, con una paziente opera di persuasione, sono riusciti a convincerla a far ritrovare la droga. In effetti, in mezzo a dei cespugli a breve distanza da casa, sono stati ritrovati svariati panetti di hashish per un peso complessivo di due chili e mezzo. Su disposizione del P.M di turno, G.F. è stato rinchiuso nel carcere di Pescara, mentre la sorella è stata denunciata per favoreggiamento.

Nella serata di ieri, gli uomini delle Volanti hanno effettuato anche un altro intervento presso il supermercato Auchan sulla Tiburtina, in quanto gli addetti alla vigilanza avevano sorpreso un uomo e una donna che stavano rubando e che, una volta scoperti, avevano reagito con insulti e spintoni. Una volta riportata la calma, i due sono stati perquisiti dai poliziotti che nelle loro tasche hanno effettivamente trovato alcuni formaggi, diversi DVD e biancheria intima per un valore totale di un centinaio di euro. I due sono stati così denunciati per furto aggravato. Si tratta di D.V.V. pregiudicato di 43 anni e P.M. incensurata di 35 anni, entrambi di Francavilla al mare.