Manifestazione della Uil a Pescara per le vertenze Abruzzo

“Chiediamo alle Istituzioni, alla Giunta Regionale, al Consiglio Regionale, che si produca uno sforzo unitario per indurre il Governo Nazionale a rispondere positivamente alle istanze della vertenza Abruzzo e ci sia un’azione incisiva a livello regionale di sostegno allo sviluppo, come chiesto da tutte le parti sociali, organizzazioni rappresentative del Lavoro e dell’Impresa”.

La Uil organizza per il prossimo 1° dicembre a Pescara, in piazza Unione, dalle ore 10, una manifestazione alla quale prenderanno parte tutte le rappresentanze delle realtà in crisi e delle aziende che stanno riprendendosi. L’Abruzzo è la settima regione industriale d’Italia. Non basta l’industria per il rilancio dell’Abruzzo, ma non si può prescindere dall’industria, anche per far crescere un moderno settore terziario avanzato. “Bisogna affrontare le crisi industriali (aziendali, settoriali e  territoriali) e bisogna avere una politica industriale regionale per valorizzare le eccellenze: radicare i grandi gruppi industriali presenti in Abruzzo e favorire l’alleanza tra la grande e la piccola impresa, completando il lavoro avviato dall’Assessorato alle Attività Produttive con l’istituzione dei Poli di Innovazione. Dei tanti problemi che l’Abruzzo ha, il lavoro deve essere considerato il primo e più importante. La differenza maggiore tra la recessione 2002-2004 e quella attuale, cominciata nel 2008, è che oggi il tasso di disoccupazione è tornato sopra la media nazionale. Nel 2009, l’Italia ha perso l’1,6% dei posti di lavoro, l’Abruzzo il 4,6%. Nel triennio 2008-2010, sono venuti a mancare in Abruzzo 33.000 posti di lavoro. Oltre 12.000 lavoratori sono in cassa integrazione. Si è, inoltre, ridotto il tasso di occupazione e di attività. La dimensione acuta del problema occupazionale dell’Abruzzo è, dunque, almeno tra i 45.000 e i 50.000 posti di lavoro, tra quelli che mancano e quelli a rischio.

Tra le rivendicazioni al centro della manifestazione: l’istituzione immediata di una Tavolo Regionale Anti-Crisi, congiunto tra gli Assessorati alle Attività Produttive e al Lavoro, per porre fine al mancato governo delle crisi industriali e tenere insieme ammortizzatori sociali, Formazione, politiche attive del lavoro e politica industriale; lo sblocco delle risorse nazionali per lo sviluppo (Fas, Master Plan, zona franca, infrastrutture), il recupero di una unità della programmazione, la fine del conflitto tra ricostruzione e sviluppo, il ripristino dell’aggiuntività delle risorse della programmazione 2007-2013, la correzione dell’eccessiva frammentazione degli interventi; l’avvio del confronto tra la Regione e i grandi gruppi, a cominciare da FIAT, FINMECCANICA e MICRON, per un potenziamento dei loro investimenti e dei loro indotti in Abruzzo; politiche coordinate e con obbiettivi precisi per le aree di crisi: Valle Peligna e Abruzzo Interno; area del cratere sismico; Val Vibrata; Val Pescara/Chieti Scalo-Bussi; un pacchetto-Lavoro, di incentivo all’occupazione stabile (secondo il modello positivo del programma dell’Assessorato al Lavoro “Lavorare in Abruzzo”, potenziandolo anche utilizzando ulteriori risorse da FSE e – una volta sbloccato – FAS) e di riduzione del divario tra domanda e offerta di lavoro, affidando alle parti sociali il monitoraggio della nuova domanda di lavoro e realizzando tempestivamente una Formazione adeguata.

Presentato il meeting internazionale “Grandi progetti nel Mediterraneo”

Il Cancelliere tedesco, Angela Merkel, è la vincitrice del premio “I Due Mondi”, nell’ambito del 5^ meeting internazionale “Grandi progetti nel Mediterraneo”, presentato, questa mattina, a Pescara, nella sede della Regione. A ritirarlo sarà l’Ambasciatore tedesco in Italia, Michael H. Gerdts, la sera venerdì 3 dicembre, nel corso di una cerimonia che si terrà al Teatro Marrucino di Chieti. La notizia è stata resa nota durante la conferenza stampa di presentazione del Meeting “Grandi progetti nel Mediterraneo, in programma da giovedì 2 a sabato 4 dicembre all’ex Foro Boario di Chieti, sede fieristica della locale Camera di Commercio, dal vice presidente della Regione, Alfredo Castiglione, e dall’ingegner Domenico Merlino, presidente della società organizzatrice dell’evento. La motivazione del prestigioso premio, destinato ad una personalità che si è distinta nel mondo del lavoro, dell’economia e della politica e rappresenta un punto di riferimento per l’opinione pubblica internazionale, è legato all’impegno del Governo tedesco nell’opera di ricostruzione di Onna, località gravemente colpita dal sisma dell’aprile 2009. “Il bacino del Mediterraneo – ha esordito il vice presidente Castiglione – ormai viene da tutti considerato la quarta potenza economico-industriale del mondo e rappresenta una risposta importante al cosiddetto BRIC, che raggruppa le economie di Brasile, Russia, India e Cina. In particolare – ha proseguito Castigione – l’area balcanica ed il nord Africa possono davvero regalare grosse opportunità alle piccole e medie imprese abruzzesi. Ecco perché è importante che loro entrino nella logica delle reti di impresa e dei poli di innovazione. Solo così – ha aggiunto – potranno maggiori possibilità di penetrazione dei mercati internazionali”. Uno dei momento clou della tre giorni di Chieti è rappresentato dalla sottoscrizione di una lettera di intenti, alla quale seguirà un protocollo, con l’Università di Teramo, in rappresentanza di MEDADRION, il network universitario (rete Universitaria) delle Università del Mediterraneo. “Il nostro sistema di internazionalizzazione, oserei dire Modello abruzzese, – ha proseguito l’assessore – ha favorito la nascita di interessanti rapporti economico-imprenditoriali con nostre aziende verso aziende e istituzioni dell’area mediterranea. Ne è prova la nostra presenza, all’inizio di quest’anno, alla Fiera di Mostar con la partecipazione numerose aziende, esperienza che ripeteremo l’anno venturo”. A tal proposito, è intenzione della Regione Abruzzo, unitamente a tutti gli Enti e associazioni abruzzesi che si occupano di internazionalizzazione, di creare un Osservatorio o Comitato di ricerca, per il momento relativo solo ai Balcani, (in seguito si occuperà di tutto il Mediterraneo), alla luce del notevole interesse che questa area suscita sulle aziende abruzzesi. “Inoltre, – ha concluso Castiglione – unitamente ad altre Istituzioni abruzzesi, ci stiamo attivando per la nascita di un collegamento aereo tra Pescara e Mostar”.

Cirsu, avviso pubblico per la nomina dei componenti del CdA e del Presidente.

E’ stata indetta una selezione pubblica per la nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione del CIRSU e per la contestuale scelta, tra i nominati, del Presidente dello stesso CdA. Gli interessati dovranno presentare la proposta di candidatura indirizzandola alla società CIRSU, località Casette di Grasciano, 64024 Grasciano (TE), con apposita domanda che dovrà pervenire entro e non oltre le ore 10 di giovedì 2 dicembre prossimo venturo. Alla domanda, il candidato dovrà allegare il proprio curriculum con indicazione dei titoli di studio e dei seguenti requisiti: comprovata competenza in campo gestionale e amministrativo per studi compiuti o per funzioni svolte presso Enti, aziende pubbliche o private; competenze ed esperienze in campo ambientale. Gli aspiranti dovranno essere in possesso dei requisiti di compatibilità ed eleggibilità alla carica di consigliere comunale e non trovarsi in una delle ipotesi di incompatibilità di cui al codice civile, alle norme speciali in materia, con particolare riferimento a quanto previsto dal D.lgs 267/00 e s.m.i. e dall’art. 8 DPR n. 168 del 7/09/2010. Altre indicazioni sul sito istituzionale del Comune di Giulianova (www.comune.giulianova.te.it).