Basket Serie C Dilettanti, vincono solo Vasto e Pescara. In C regionale restano in 4 al comando

Sorridono solo la BioFox Vasto e la pallacanestro Pescara nella 10. giornata di serie C dilettanti, le due squadre infatti sono le uniche, tra le abruzzesi impegnate in questa categoria, a uscire vittoriose dalle partite casalinghe rispettivamente contro Lucera e Termoli. Sconfitte invece per Sulmona (in casa con Venafro), Roseto (a Monteroni) e Giulianova (in visita a Trani). I vastesi hanno ottenuto una vittoria di prestigio tra le mura amiche contro il Lucera, che dista in classifica generale 8 punti, al termine di una gara molto equilibrata e decisa solo nel finale. Nel primo quarto le due squadre si fronteggiano alla pari, ad ogni tentativo di allungo infatti vi è sempre una pronta risposta avversaria che rimette tutto in gioco, il punteggio alla prima sirena sarà 12-12. Si prosegue sugli stessi binari per buona parte del secondo quarto, ma alla metà i padroni di casa tentano la fuga con le due triple di Campli e Mariani. Ancora una volta però gli ospiti non stanno a guardare e ricuciono lo strappo, chiudendo però sotto di tre punti prima dell’intervallo lungo (30-27). Alla ripresa la gara si mantiene molto equilibrata, con gli ospiti ingabbiati nella difesa vastese incapaci di legittimare la distanza in classifica generale, al termine del terzo quarto comunque, il Lucera avrà recuperato un punto ai padroni di casa, sul 44-42. Negli ultimi dieci minuti la BioFox non si scompone e aumenta il proprio vantaggio chiudendo il match con il punteggio di 80-73.

Importante successo per il Pescara che in casa batte Termoli dopo un tempo supplementare. La gara si mantiene in equilibrio per tutto il primo quarto, conclusosi con le formazioni divise da un solo punto, 19-18 in favore dei padroni di casa. Nel secondo quarto gli ospiti sembrano voler mettere la freccia e con l’apporto fondamentale degli esterni si creano un importante vantaggio prima della pausa lunga (37-42 alla sirena). Alla ripresa i ruoli si invertono e gli uomini guidati da Quarta scendono in campo con una grande motivazione e azione dopo azione riducono lo svantaggio. Sul finire del quarto sale in cattedra Scavongelli che con due triple fondamentali consente ai suoi di mettere nuovamente la testa avanti prima dell’ultimo break (60-57). Negli ultimi dieci minuti di gioco gli ospiti si rifanno sotto e mantengono la partita in equilibrio fino ai concitati secondi finali. Con due punti di svantaggio, Grosso fa due su due dalla lunetta, Montuori dall’altro lato fallisce il canestro della vittoria e si giunge così all’over-time. Nel tempo supplementare sarà premiata la determinazione del Pescara che grazie alla maggiore precisione dalla lunetta strapperà i due punti alla capolista.

Sconfitta invece per Sulmona che è sempre più sola in coda alla classifica. Gli abruzzesi contro Venafro resistono bene per i primi dieci minuti, conclusi in svantaggio per soli tre punti, sul 19-22. Alla ripresa però gli ospiti premono sull’acceleratore e con un quarto da incorniciare lasciano Sulmona a -15, sul 33-48, al termine del primo tempo. Una volta tornati in campo non basta la strigliata di coach De Grandis per raddrizzare le sorti di una gara ormai compromessa. Il Venafro infatti si limita a contenere gli attacchi avversari e a mantenersi sulla doppia cifra di vantaggio fino al termine della gara, finita con il punteggio di 64-76.

Il Roseto invece va vicino ad espugnare il campo di Monteroni, salvo poi cedere alla maggiore determinazione dei partenopei. Il primo quarto di gioco è molto equilibrato e il punteggio si mantiene un po’ basso, la maggiore precisione però premia i padroni di casa che concludono sul +3 alla prima sirena (19-16). Nei secondi dieci minuti Francani mette in campo una squadra quasi perfetta che concede poco in difesa e realizza in attacco, rimontando lo svantaggio e portandosi in avanti di 4 punti, sul 30-34, prima della pausa di metà gara. Al rientro in campo i padroni di casa rispondono agli attacchi ospiti e riescono a riportare il punteggio in parità prima dell’ultimo intervallo (48-48). Nell’ultimo quarto, complice la stanchezza delle due formazioni che consente maggiori spazi in difesa, le due sfidanti trovano più facilmente la via del canestro ma alla fine sarà Monteroni a spuntarla con 4 punti di vantaggio (81-85).

Quella tra Giulianova  e Juvetrani è invece una sfida tra due dirette concorrenti per la salvezza, gli abruzzesi non riescono a fare bottino pieno in trasferta e restano in penultima posizione in compagnia di Vasto. Primo quarto favorevole agli ospiti che dimostrano di crederci chiudendo la prima frazione di gioco sul +3 (19-22). Nella ripresa il copione non cambia, la gara si mantiene molto equilibrata e il distacco tra le due formazioni non cambia prima dell’intervallo lungo (26-29). Dagli spogliatoi sembrano però rientrare solo i padroni di casa che, grazie ad un grande Perrucci (10 punti per lui nel solo terzo quarto, saranno 22 in totale), non solo rimontano il piccolo svantaggio, ma mettono la testa avanti con un sontuoso +16. Giulianova accusa il colpo e nell’ultimo quarto di gioco non riesce a rispondere terminando la gara con il risultato di 85-73.

SERIE C DILETTANTI GIRONE G, I risultati della 10. giornata

Fassoli &Massa Sulmona – Banca Etruria Venafro 64-76; BioFox Vasto – U.S. Basket Lucera 80-73; Geofarma Mola – Pinauto Airola: 64-61; Alidaunia Trinitapoli – ASD Torregreco 77-71; Pallacanestro Pescara – Martino Group Termoli 85-81; Quarta Caffè Monteroni – Dimensione Solare Roseto 81-77; Mister Toto Juvetrani – Globo Giulianova 85-73

LA CLASSIFICA: Martino Group Termoli 16; Pinauto Airola, Geofarma Mola 14; U.S. Basket Lucera, Pallacanestro Pescara 12; Alidaunia Trinitapoli, Quarta Caffè Monteroni, Banca Etruria Venafro 10; Dimensione Solare Roseto, ASD Torregreco, Mister Toto Juvetrani 8; Globo Giulianova, BiFox Vasto 6; Fasoli & Massa Sulmona 2.

Serie C regionale, restano in 4 al comando

Nell’undicesima giornata di campionato riflettori puntati su Fortitudo Teramo-Basket Penne e Pallacanestro Atri-Bls Lanciano, sfide nelle quali si affrontano 4 delle sei squadre in vetta alla classifica. Ad uscire vittoriose saranno Teramo e Atri, la prima con chiuderà con un +9, la seconda invece porterà a casa i due punti dopo aver visto un Lanciano recuperare 15 punti di svantaggio e cedere di una sola lunghezza alla sirena finale. Le due compagini non perdono il passo di San Vito e del Penta Basket Teramo, vincenti nelle sfide casalinghe contro Campobasso e Martinsicuro.

Per San Vito una vittoria sofferta, contro una squadra che lotta per non retrocedere che ha gettato il cuore oltre l’ostacolo nel tentativo di giocare un tiro mancino alla capolista.

La seconda squadra di Teramo non ha invece problemi tra le mura amiche contro Martinsicuro (81-72 nel finale).

In coda importante vittoria per il Chieti Basket, che ha ragione del Ripalimosani e sale in classifica a quota sei punti.

Sconfitte invece per Alba Adriatica ( nella trasferta di Popoli ), Nereto ( che cede in casa al Campli ) e Roseto ( uscita con le ossa rotte da Isernia ).

SERIE C REGIONALE, risultati 11. giornata

Fortitudo Teramo – Basket Penne 59-50; Il Globo Isernia – Basket Ball Roseto 73-58; Pallacanestro Atri – Bls Lanciano Basket 63-62; M3 Costruzioni San Vito – Pall. Olimpia Campobasso 69-68; Chieti Basket – Maccabi Ripalimosani 67-56; Side Popoli – Alba Adriatica Basket 75-64; Nereto Basket – Renit Campli 61-80; Penta Basket Teramo – Pallacanestro Martinsicuro 81-72.

LA CLASSIFICAPallacanestro Atri, M3 Costruzioni San Vito, Fortitudo Teramo, Penta Basket Teramo 18; Basket Penne, Bls Lanciano 16; Vis. Online Ripalimosani 14; Pallacanestro Martinsicuro, Renit Campli 12; Il Globo Isernia 10; Side Popoli 8; Chieti Basket 6; Olimpia Campobasso 4; Nereto Basket, Basket Ball Roseto, Alba Adriatica basket 2

Calcio a 5, Area Legno Adriatica Pescara acquista Valderlei

Era un colpo annunciato da qualche giorno, ma questa mattina è diventato realtà: Reis Augusto Vanderlei, universale che il prossimo 22 dicembre compierà 30 anni, lascia l’Acqua&Sapone e la serie A e torna all’Adriatica Pescara, dove l’anno scorso era stato uno dei grandi artefici della promozione in A2. Un acquisto che, unito a quello di Favero, dal Bisceglie, consente a Marzuoli di schierare già da domani pomeriggio (ore 18), nella fondamentale sfida casalinga contro il Pesaro Five al Pala Giovanni Paolo II, una formazione competitiva e agguerrita per centrare la prima vittoria in campionato. Negli ultimi cinque anni per Vanderlei tre promozioni dalla B alla A2 tra Acqua&Sapone, Magione e Adriatica, poi la nuova parentesi a Città Sant’Angelo dove però non ha trovato spazio per dare sfogo alla sua classe. Ora potrà farlo con i nuovi (vecchi) compagni. «Un rinforzo di spessore che ci fa compiere il salto di qualità, anche se il nostro mercato non è ancora chiuso. Speriamo intanto di invertire la rotta da subito, contro il Pesaro», ha detto ieri il ds Suaria dopo aver ratificato il tesseramento dell’universale italobrasiliano. E’ ancora in cerca di squadra il portiere Gonzalo Santangelo, ’87 italo argentino, che dopo aver giocato in alcune partite della stagione in corso è stato messo sul mercato.

Aspettando la prima vittoria in serie A2 della sua storia, l’Area Legno Adriatica Pescara si gode il momento magico della sua formazione Under 21. Domenica scorsa l’ultima grande impresa dei baby biancazzurri di Marco Di Michele (infortunato, nelle ultime partite è andato in panchina Fabio Di Gesualdo): la vittoria roboante contro la Daf Montesilvano per 6 a 1. Trascinata dall’azzurrino Paolo Cesaroni (11 gol in campionato finora) e dall’ex di turno, Andrea Dell’Oso (a segno contro i vecchi compagni, è al quarto centro stagionale), i ragazzi del presidente Buccieri hanno dominato in lungo e in largo. Positive le prove anche del portiere Morrone e del promettente Ladisa (7 gol segnati), già nel giro della prima squadra (ha esordito in A2 a Terni). I baby dell’Adriatica ora volano anche in classifica, secondi a pari punti con Montesilvano (15), a meno due dalla capolista Scarabeo Venafro quando mancano due partite alla fine del girone d’andata. Domenica prossima Cesaroni e compagni affronteranno, di nuovo in casa, i pari età della Pino Di Matteo. All’ultima di andata, il 19 dicembre, giocheranno a Loreto contro la Tubi spa, diretta rivale per la corsa al primo posto. “Siamo orgogliosi dei nostri ragazzi e crediamo molto nel lavoro che lo staff tecnico svolge con la nostra Under 21 – dice il presidente Sergio Buccieri – . Dai giovani vogliamo partire per raggiungere il nostro obiettivo più importante: dare spazio ai talenti locali, pescaresi e abruzzesi, per arrivare a giocare con il numero maggiore possibile di italiani anche in prima squadra. L’approdo di Cesaroni in Nazionale dimostra quanto sia importante puntare sulla crescita dei giovani italiani. Speriamo che questi ragazzi, con il tecnico Di Michele, continuino a regalarci grandi soddisfazioni come hanno fatto finora”.

Volley, Natale si festeggia sotto rete

Il C.U.S. L’Aquila pallavolo in collaborazione con il Comitato Provinciale FIPAV de L’Aquila organizza la festa del minivolley “Aspettando Banno Natale” il giorno 8 Dicembre 2010 presso gli impianti sportivi del C.U.S. in Località Centi Colella, S.S. 17 Ovest, L’Aquila. Le Società sono invitate a partecipare a queste giornate di festa dello sport con il maggior numero di bambini/e a prescindere dal loro valore tecnico, per stare insieme all’insegna del sano divertimento. A tal fine non saranno stilate classifiche di merito. Possono partecipare tutte le società della Regione Abruzzo fino ad un massimo di 50 squadre iscritte (farà fede la data di invio dell’iscrizione). Possono altresì partecipare tutti i Gruppi  Scolastici in regola con l’iscrizione on-line alla FIPAV Area Promozione per l’anno 2010 riservando appositi campi. Palla Rilanciata anno 2003-2004-2005; Minivolley 1° Livello anno nascita 2001-2002-2003; Minivolley 2° Livello anno nascita 1999-2000. E’ obbligatorio che tutti gli atleti siano tesserati FIPAV il cui tesseramento federale sia riferito alla stagione in corso, certificato dal modello ATL2M e ATL2F della società, che sarà consegnato ai responsabili della organizzazione prima dell’inizio delle gare. Le squadre possono essere composte da un minimo di 3 ad un massimo di 5 Atleti. I cambi consistono nel sostituire il giocatore che dovrebbe servire con il primo tra quelli in attesa di rientrare, nel caso la squadra sia formata da un numero di giocatori superiore a 3. Non è possibile effettuare i cambi di giocatori in altre situazioni di gioco ed in altre posizioni in campo esclusi chiaramente gli infortuni. Il campo di gara è di dimensioni 9 di lunghezza x 4,5 di larghezza, con altezza rete variabile a seconda dei livelli. La durata degli incontri: 1 SET a 25 punti o a tempo, seguendo le indicazioni dell’organizzazione della festa. L’orario di ritrovo per la presentazione della composizione delle squadre, è fissato per le ore 9; l’orario di inizio delle gare sarà per le ore 9.30 ed il termine delle stesse entro le ore 13.