La chiesa frentana s’appresta a vive l’ordinazione episcopale del suo nuovo vescovo

S’avvicina la data del 18 dicembre e Lanciano si appresta a vivere un giornata particolarmente importante per l’intera chiesa frentana. E non solo. L’attesa per l’ordinazione episcopale di Don Emidio Cipollone, coinvolge infatti anche le genti della Marsica, terra natale del neo arcivescovo di Lanciano-Ortona. La cerimonia, che si terrà alle ore 17 nella Basilica Cattedrale della Madonna del Ponte, sarà presieduta da Monsignor Carlo Ghidelli (foto in basso a destra), l’arcivescovo che è entrato nei cuori dei fedeli e che si appresta a lasciare la diocesi al suo successore. Don Emidio Cipollone, è il 41° vescovo dell’Arcidiocesi di Lanciano-Ortona, il terzo che viene ordinato nella cattedrale della Madonna del Ponte. Il primo fu monsignor Alberto Carinci, lancianese, il 25 marzo 1940, a soli 41 anni (ma fu assegnato alla diocesi di Venafro-Boiano) il secondo Ghidelli il 14 gennaio 2001. Per comprendere l’importanza dell’evento basta far scorrere lo sguardo sui numeri: saranno presenti circa 20 vescovi; 280 preti (60 della diocesi di Lanciano-Ortona) provenienti da tutta Italia, molti dei quali hanno frequentato il seminario a Chieti dove Don Emidio Cipollone, dal 2000 fino alla nomina da arcivescovo, è stato Padre spirituale; 20 diaconi; oltre 10 autobus provenienti dalla Marsica, tre dei quali da Cese di Avezzano (paese natio del nuovo arcivescovo); 70 parenti di Don Emidio; 65 autorità; 54 volontari appartenenti alle varie organizzazioni del territorio di Lanciano (confraternite, associazioni, protezione civile, ecc.) che si sono occupati dell’organizzazione dell’ordinazione; 4 maxischermi. Per poter seguire l’ordinazione sono stati posizionanti 4 maxischermi: all’interno del santuario del Miracolo Eucaristico nella chiesa di San Francesco, nella chiesa del Purgatorio, nel Teatro Fenaroli e in Piazza Plebiscito. Si potrà seguire la cerimonia anche in diretta sulle televisioni: TRSP(in mondovisione), Telemax, Antenna 2 (Avezzano) e Telesirio ( Avezzano).