La Nocerina espugna il Biondi e allunga. Al Lanciano non basta il cuore

Perde il Lanciano in casa, ad opera di una Nocerina che si dimostra davvero forte in ogni reparto. Al Biondi va in scena l’ultimo atto del girone d’andata. La Nocerina è giá campione d’inverno, ma arriva a Lanciano con il chiaro intento di chiudere l’andata con un bottino superiore all’attuale e mettersi al riparo da eventuali problemi nel proseguo del torneo. La concorrenza dietro i campani, che contano 35 punti, è agguerrita: ci sono pure i rossoneri di Camplone, che pur perdendo parecchi punti per strada sono lì, nel lotto delle squadre che si contendono un posto per i play off. Lo scontro tra le due squadre, che hanno gli stessi colori sociali, ha quindi più di un motivo per essere il big match della giornata. Anche per questo a Lanciano è stata indetta la giornata rossonera. Insomma, sfida da alta quota, che il tecnico dei campani, Gaetano Auteri (che era in tribuna per squalifica, sostituito in panchina da Cassia), non ha affatto sottovalutato. Anzi.Da una parte Pier Graziano Gori, 12 gol subiti finora, dall’altra Mauro Chiodini, che ne ha contati 11. Insieme erano stati nella Fermana, in C1, nella stagione 2003-2004. Chiodini allora giocò l’intera stagione da titolare, Gori lo guardava dalla panchina. Amici e colleghi che si sono ritrovati.

Parte subito all’attacco il Lanciano che crea scompiglio nella difesa avversaria. I ritmi sono alti, si lotta a centro campo: squadra di palleggiatori quella ospite, mentre i padroni di casa cercano l’affondo. Strategia che sembra dar ragione ai rossoneri di Camplone, che vanno spesso al tiro, sfiorando il vantaggio con Turchi. Ma la Nocerina non sta a guardare e dimostra di non essere in vetta alla classifica per caso: ci prova prima Catania, che sfiora il montante, poi passa in vantaggio con una punizione con Bolzan al 31’, che supera la barriera e si spegna in porta. I campani insistono e sfiorano il raddoppio ma il Lanciano reagisce, non accusa sbandamenti e con Turchi ha l’occasione per pareggiare. L’attaccante frentano, però, scivola al momento di concludere. Si va al riposo e alla ripresa, dopo 4 minuti, la Nocerina raddoppia con Castaldo. Stavolta il contraccolpo c’é. Il Lanciano ci mette qualche minuto per riprendersi e rientrare in partita, cerca di accorciare il punteggio, ma la retroguardia campana tiene bene. Camplone cerca di cambiare modulo e qualche uomo per imprimere una pressione maggiore alla iniziativa dei suoi. Vanno in campo Sacilotto, Improta e Colussi, ma cambia poco e niente. La Nocerina è ordinata, palleggia agevolmente e non mostra mai cedimenti, da prima della classe, insomma. Il Lanciano non si arrende e attacca. Ci provano Sacilotto, Turchi. Lo sforzo viene premiato al 41’: in una mischia in area, zampata di De Gennaro, che gonfia la rete di Gori. Insistono ancora i rossoneri di Camplone, ma la Nocerina, davvero una bella squadra, rintuzza gli affondi dei padroni di casa e allunga ancora in classifica.

Prima Divisione – Girone – 17^ giornata
Andria-Ternana 0-1, Atletico Roma-Barletta 3-0; Foggia-Cosenza 1-2; Foligno-Cavese 0-1; Gela-Pisa 2-1, Juve Stabia-Benevento 2-1; Siracusa-Lucchese 1-0; Viareggio-Taranto 2-0; V.Lanciano-Nocerina 1-2,  31’pt. 41’st Di Gennaro;

Classifica: 39 Nocerina; 31 Benevento, 31 Atletico Roma; 25 Siracusa, Cosenza;  24 Virtus Lanciano, Juve Stabia; 23 Foggia (- 1), Gela; 21 Ternana; 19 Taranto, Lucchese; 17 Andria Bat, 17 Cavese (- 5 punti), Pisa; 16 Viareggio; 15 Foligno (-1), Barletta.

Seconda Divisione – Girone B – 18a Giornata

Bellaria Igea M.-Celano Olimpia 0-1, 23st Faloni; Crociati Noceto-Carrarese 1-1; Fano Alma J.-Giacomense 0-0; Giulianova-Carpi 0-1; L’Aquila–Gavorrano 1-0, 22’pt Potenza; Prato–Villacidrese 1-0, San Marino–Chieti 0-1 24’st Amadio; Sangiovannese-Poggibonsi 2-0.

Classifica: Carpi 33 punti; Carrarese 27; Chieti 23; Poggibonsi, Giacomense 21; San Marino, Prato 20; L’Aquila, Gavorrano, Villacidrese 17; Bellaria 16; Crociati Noceto 15; Sangiovannese 14; Celano 13; Giulianova, Fano 10. Villacidrese penalizzata di 5 punti. Sangiovannese penalizzata di 4 punti.

Interregionale – Girone F – 18.a Giornata

A. Trivento-Real Rimini 5-0; Bojano-Santarcangelo 1-2; Forli-Civitanovese 0-0; Jesina–Santegidiese 0-2 29’ pt r e  Laboragine (S); Miglianico-Luco Canistro 2-4, 20’pt Masini (LC), 25’pt Antignani (M), 30’pt De Leonardis (M), 41’pt Marangon (LC), 12’st Berardi r. (LC), 32’st Masini, 40’st r. Sparacio; O. Agnonese-Atessa Val di Sangro 2-0; Recanatese–B. Fossombrone 1-0; Renato Curi Angolana–Cesenatico 4-0, Fuschi (2 gol), Mariani, D’Alessandro; Rimini 1912–Venafro 3-2; Teramo–Sambenedettese 4-3, 12pt Covelli (S), 15’pt Gambino (T), 19’pt Orta (T), 4’st Gambino (T), 6’st Orsa (T), 8’st Di Vito (S), 37’st Di Vito (S).

Classifica: Teramo 40; Rimini* 37; Jesina 32; Santarcangelo, Renato Curi Angolana 31; Forlì, Santegidiese 28; Real Rimini 27; O. Agnonese 26; Sambenedettese 25; Civitanovese 24; Recanatese 23; L. Canistro, Atessa Val di Sangro, Atletico Trivento 22; Venafro 16; Fossombrone* 14; Miglianico 12; Cesenatico 11; Bojano 7. *una partita in meno (si recupera il 15/12)

Eccellenza 17ma Giornata

Alba Adriatica-Virtus Cupello 1-0; Angizia Luco-Sporting Scalo 0-1; Casalincontrada-Montesilvano 1-0; Castel di Sangro-Spal Lanciano 2-1; Cologna Paese-Rosetana 1-0; Francavilla-Guardiagrele 0-0; Montorio-San Nicolò 1-1; Morro d’Oro-Martinsicuro 1-1; Pineto-Mosciano 1-2.

Classifica: San Nicolò 42; Mosciano 35; Alba Adriatica 34; Cologna Paese 32; Guardiagrele 28; Montesilvano 26, Pineto, Francavilla 25; Montorio 22; Rosetana; Castel di Sangro 21; Spal Lanciano 20; Casalincontrada 19, Martinsicuro 17; Angizia Luco 13, S. Scalo 16; Virtus Cupello 10; Morro d’Oro 6