Ancora neve sull’Abruzzo. Scuole chiuse e maltempo per altre 48 ore

Il maltempo continua a imperversare sull’intero Abruzzo. L’autostrada A/14 corre per chilometri in mezzo alla neve, anche a ridosso del mare. Particolarmente compita la provincia di Teramo, dove per l’emergenza è scattato lo stato di allerta. La Provincia ha spiegato 95 mezzi spazzaneve tra quelli propri e quelli forniti dalle ditte esterne, nell’attività di sgombero delle strade di competenza. Che, attualmente, risultano tutte percorribili. Oggi c’è stata una riunione con l’assessore alla Viabilità, Elicio Romandini con i responsabili dei servizi di emergenza e con i tecnici dell’ente. “Il piano neve ha funzionato – sottolinea l’assessore Romandini – anche se, data la straordinaria estensione del fenomeno a quasi tutte le strade provinciali, circa 1.500 chilometri, lo sforzo che stiamo compiendo è notevole. Le previsioni confermano neve fino a domani sera, dunque continueremo a impegnare tutti i mezzi fino a quando le precipitazioni non cesseranno. Dopodichè, in coincidenza con un ulteriore abbassamento delle temperature, la notte tra giovedì e venerdì spargeremo nuovamente il sale. Raccomandiamo agli automobilisti massima prudenza e li invitiamo a muoversi solo in caso di necessità e con automobili attrezzate. Quando la temperatura scende sotto i 5 gradi, infatti, l’efficacia del sale è ridotta a zero”.

A Giulianova (nella foto a destra) il sindaco Francesco Mastromauro ha firmato l’ordinanza di chiusura delle scuole, chiusura confermata anche per il 16 dicembre. Provvedimenti analoghi ad Ortona, a San Giovanni Teatino, a Fossacesia, a Citta’ Sant’Angelo. Le previsioni parlano di altre 48 ore a rischio neve su tutto l’Abruzzo.