L’Abruzzo stretto in una morsa di freddo e ghiaccio

L’Abruzzo in una morsa di gelo e neve. Forte abbassamento delle temperature, con punte di -16 gradi a L’Aquila e -14 a Castel di Sangro, -11 a Sulmona e -16 a Pescasseroli. E le strade rese insicure hanno fatto registrare anche una vittima. Un uomo di Montesilvano, Gabriele Perilli, di 56 anni, è deceduto questa mattina a seguito di un incidente stradale avvenuto a Spoltore, in via del Campo Sportivo. Perilli viaggiava su una moto che si è scontrata con un camion. Inutili i soccorsi del 118. Non si esclude che la strada ghiacciata possa aver contribuito a favorire lo scontro. Sotto shock il conducente del mezzo pesante. A Pescara, a causa del ghiaccio che si è formato per le abbondanti nevicate, si sono avute delle difficoltà, specie nelle zone collinari, per la presenza di ghiaccio. Tra le emergenze segnalate al 115 dei Vigili del Fuoco,  c’è stata anche quella legata ai contatori, congelati insieme alle condutture e quindi a rischio. Lavoro intenso per la polizia municipale, specie ai colli e a San Silvestro. Le richieste al 118 sono arrivate invece da molti cittadini, caduti in strada sui marciapiedi ghiacciati.

E’ migliorato il tempo sul Chietino. A Vasto, due autocarri sono finiti di traverso sulle rampe d’accesso alla città dalla statale 16 all’altezza del viadotto “San Nicola II”. Le scorte di sale si sono esaurite nei tre giorni di neve e così, stamane, una squadra di operai dell’ufficio servizi è partita alla volta del porto di Ortona  per approvvigionarsi di altri 300 quintali di sale marino. Resta chiuso in via precauzionale il Viadotto Histonium. Quattro detenuti della casa circondariale di Torre Sinello lavorano a turno dai ieri nel centro storico, tra Corso Italia e Piazza Rossetti, dove più numerose sono state le cadute dei passanti. Muniti di pale e mazze rompighiaccio, i detenuti stanno dando una mano agli operai dell’ufficio servizi del comune.

A Lanciano, ancora oggi mezzi spazzaneve sono intervenuti in alcune strade della città per rimuovere la neve. Ritardi dovuti alla priorità data ad alcune vie per permettere ai mezzi di soccorso del 118, dei carabinieri e della polizia municipale di poter intervenire. La chiusura delle scuole ha evitato ingorghi nella circolazione. Resta invece ancora critica la situazione nell’interno, dove la neve ha raggiunto altezze consistenti. Mezzi spargisale hanno operato anche nella nottata di ieri.

Le scuole resteranno chiuse fino a lunedì in quasi tutti i centri colpiti dall’eccezionale nevicata. A Silvi si lavora per rimettere a posto la scuola media “Giovanni Pascoli”, danneggiata nei giorni scorsi da vandali. Lavorando con celerità ed efficacia il comune è riuscito a eliminare i forti inconvenienti prodotti dall’allagamento di tutti e tre i piani dell’edificio; solo due aule dell’intera struttura non potranno essere utilizzate ma sono spazi non riservati alle attività propriamente didattiche. Lunedì 20 dicembre, dunque, i ragazzi delle elementari e delle medie di Silvi torneranno regolarmente sui banchi di scuola. L’assessore alla pubblica istruzione Luciana Di Marco ha voluto evidenziare “la prontezza e il buon lavoro svolto dagli uomini del comune che ha ristabilito la normalità nonostante i danni ingenti. Un grande lavoro che li ha impegnati non poco. A loro va il nostro ringraziamento. Ci auguriamo che certi atti ad opera di vandali non si ripetano più“.