Attentato alla sede del Partito Comunista di Teramo

Tutto lascia ritenere che l’incendio divampato la notte scorsa a Teramo e che ha colpito la sede del Partito Comunista locale, sia di origine dolosa. Le fiamme si sono sviluppate all’esterno, appiccate con l’uso di combustibile. Il fuoco ha annerito la saracinesca metallica che ha protetto l’interno dell’immobile. I vigili del fuoco di Teramo, giunti sul posto hanno provveduto a domare il rogo, riscontrando la presenza di liquido infiammabile. Agenti della Digos stanno conducendo indagini per individuare gli autori del gesto. Non è escluso che l’episodio sia da collegare al forte clima di tensione creatosi in città dopo i recenti scontri tra opposte fazioni politiche.