Rfiuti, il sindaco di Cupello replica a Febbo: “Nessuno gli ha chiesto un suo parere”

“L’Assessore Febbo non è stato interpellato e nessuno ha bisogno della sua opinione e ne di quella di altri esponenti della casa madre PDL. Il sottoscritto, insieme ai Sindaci del territorio aspetta risposte dal Presidente della Giunta Regionale anche perché lo stesso è stato il firmatario di una ordinanza presidenziale”.

Angelo Pollutri, sindaco di Cupello, è alquanto irritato per l’intervento del responsabile regionale delle Politiche Agricole, che in una nota diffusa ieri aveva definito ‘strumentali’ le polemiche circa la questione di discriminazione tra l’impianto di smaltimento rifiuti di Cerratina e quello di Civeta “perché si tratta di casi totalmente diversi: uno riguarda una semplice campagna di attività che si comunica alla regione, l’altro si riferisce alla realizzazione ed esercizio di una vera a e propria discarica. Accusare quindi l’Amministrazione regionale di operare in maniera sbilanciata o, addirittura, di aver usato due pesi e due misure nei confronti di Civeta, causando un aggravio di 6 milioni di euro ai danni del consorzio, e’ del tutto fuori luogo”. “Le polemica è tra i sindaci del territorio del vastese ed il Presidente della Giunta Regionale Gianni Chiodi, pertanto chiedo a Febbo di preoccuparsi del settore di cui, in questo momento, è competente e delegato, e di evitare di intervenire su tutti gli argomenti in cui è tirata in ballo la Regione Abruzzo, come se la stessa fosse di sua personale proprietà. La situazione che si è venuta a creare è frutto di incomprensibili atteggiamenti istituzionali di disparità, prodotti dallo stesso Presidente della Giunta Regionale.
Nel caso in cui vi fosse stata una delibera di Giunta Regionale e la materia fosse stata l’agricoltura, allora avrei trovato opportuno un intervento di chiarimento da parte dello stesso Febbo. In merito poi a considerazioni su procedimenti pendenti sul sottoscritto, mi riservo di adire immediatamente a vie che tutelano l’immagine del sottoscritto, così come avrebbe certamente fatto nel caso fosse stato destinatario di supposizioni frutto della propria fantasia. Spero che il Presidente della Giunta Regionale dia le risposte ai quesiti posti dal territorio Vastese sull’argomento rifiuti e non deleghi altri a discutere ed intervenire inopportunamente sull’argomento”.