Cocaina e hashish in tasca e a casa, arrestato operaio a Lanciano

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Lanciano, nell’ambito di una operazione finalizzata alla prevenzione e repressione di reati connessi al traffico di stupefacenti, hanno proceduto a un controllo all’interno del Bar Anxabar, in corso Bandiera. Nel locale si trovavano alcuni giovani, che giocavano con le slot machine. Uno in particolare, Dante Stella, di 39 anni, ha richiamato l’attenzione dei militari dell’arma, perché alla loro vista.  L’uomo, che lavora come  operaio, è stato invitato a svuotare le tasche, dalle quali estraeva un numero consistente di banconote di vario taglio. Tra le banconote, anche un involucro in cellophane di colore bianco e altri quattro confezionati a ciliegina, tutti chiusi, all’estremità, con un laccetto di fil di ferro. Dal riscontro eseguito mediante narcotest, la sostanza contenuta in tutti gli involti risultava essere cocaina. Pertanto, si procedeva con la perquisizione personale, che consentiva di rinvenire un ulteriore involucro, contenente 0,5 gr. di hashish. Successivamente, la perquisizione veniva anche estesa all’autovettura, dando esito negativo, e all’abitazione, dove venivano rinvenuti ulteriori 10 gr. di hashish e 2,5 gr. di cocaina, oltre all’occorrente per il confezionamento, consistente in un mazzetto di fil di ferro verde e numerosi ritagli circolari di cellophane bianco e circa 3.000 € in contanti. Il tutto è stato posto sotto sequestro, ad esclusione dei soldi. Alle operazioni di perquisizione ha preso parte una unità cinofila antidroga che, con l’aiuto del brillante labrador di nome Black, hanno dato un sostanziale contributo alle operazioni di rinvenimento dello stupefacente. Sella è stato associato alla locale casa circondariale, su disposizione del P.M., Dott.ssa Rosaria Vecchi.